Napoli: rifiuti, ronde contro barricate e roghi ma in mercato Soccavo cassonetti a fuoco

0

NAPOLI – Task force organizzata dalla prefettura contro i roghi della spazzatura. Lo ha deciso il prefetto Andrea De Martino che ieri ha riunito il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica proprio per discutere dell’ennesima crisi. Ancora ieri, dopo l’inferno provocato martedì dalle barricate alzate al corso Vittorio Emanuele, in via Colletta e in via Annunziata, ci sono state manifestazioni e blocchi del traffico. In mattinata si sono ribellati gli abitanti dei Quartieri Spagnoli. Nei vicoli di Montecalvario sono stati i commercianti a spargere la spazzatura anche nelle strade dello shopping, fino a via Toledo. Barricate con i rifiuti anche in piazza Dante e corso Umberto. Intanto l’Asl lancia un ultimatum al Comune: via i sacchetti o saranno fermati i mercatini rionali. Mentre il presidente della Provincia, Cesaro, avverte: «Tarsu più cara perchè mancano gli impianti. Paghiamo i ritardi del piano di smaltimento».

Un gruppo di venditori ambulanti ha dato fuoco ai cassonetti della spazzatura posizionandoli al centro della strada in via Livio Andronico, all’altezza del mercatino di Soccavo, a Napoli. Sul posto la polizia municipale, che sta procedendo ad una deviazione del traffico, che ritiene la protesta frutto dell’emergenza rifiuti ma anche dell’impossibilità, per gli ambulanti abusivi, di avere accesso nel mercato. Ci sono stati momenti di tensione Un gruppo di donne, una decina circa, è salita su un lastrico e minaccia di darsi fuoco con delle taniche contenenti liquido infiammabile. Lo stesso con cui in precedenza era stato dato fuoco ai cassonetti dei rifiuti. Protesta rifiuti, intanto, nel vicino quartiere di Fuorigrotta, in particolare a via Cinthia, dove i cumuli di spazzatura sono stati rovesciati in strada creando intralcio al traffico.

IL MATTINO

PROPOSTO DA MICHELE PAPPACODA

Lascia una risposta