SALERNO: RAID NOTTURNO DI UN MAROCCHINO UBRIACO

0

È stato inseguito e bloccato dagli agenti della polizia dopo la segnalazione di alcuni residenti che hanno sentito il rumore dei vetri infranti. Un marocchino, probabilmente ubriaco, è stato fermato nella tarda serata di ieri nei pressi della stazione e portato in caserma per accertamenti. L’uomo, in preda ad un improvviso raptus, ha distrutto una quarantina di auto e danneggiato anche alcuni pannelli all’interno della stazione ferroviaria. Con un bastone ha distrutto i parabrezza, i lunotti, gli specchietti e la carrozzeria delle vetture parcheggiate tra piazza Vittorio Veneto, via Domenico Scaramella e via Amendola. Nel giro di pochi istanti è esplosa anche la protesta dei residenti della zona, stufi di subire continue aggressioni e violenze da parte di bande di extracomunitari ubriachi. Molti sono scesi in strada urlando e chiedendo garanzie di sicurezza ai poliziotti. Qualcuno, appena vista la propria auto distrutta, è andato in escandescenze. La conta dei danni è andata avanti per ore mentre, man mano che si diffondeva la notizia di quanto accaduto, altri residenti della zona si sono ritrovati in strada per verificare le condizioni della propria auto e far valere le proprie pretese nei confronti delle forze dell’ordine. «Qui la gente è stufa – hanno spiegato alcuni cittadini – abbiamo paura di scendere in strada dopo un certo orario perché questa zona è luogo di ritrovo di persone che bevono e poi non ragionano, diventano violenti. Oppure di parcheggiatori che impongono il pizzo e reagiscono male se tu non paghi il dazio».

IL MATTINO DI NAPOLI

PROPOSTO DA MICHELE PAPPACODA