I prodotti tipici campani trovano affermazione anche attraverso le iniziative dell´A.m.i.r.a.

0

E’ stato l’’Hotel Mercure di Torre del Greco, diretto da Gaetano Di Bonito, coadiuvato dal suo vice Luigi De Simone, ad ospitare, nella rinnovata e splendida struttura anche per la meravigliosa visione del panorama del golfo di Napoli che offre, le gare della VII edizione del concorso regionale A.M.I.R.A.- I.P.S.A.R. ideato dalla sezione Campania dell’Associazione Maîtres Ristoranti e Alberghi, diretta dal fiduciario Giuseppe Di Napoli. Il concorso regionale AMIRA/IPSAR, che annualmente mette in competizione tutti gli istituti alberghieri della Campania, è patrocinato dalla Provincia di Napoli e vanta il concorso dell’’Osservatorio Appennino Meridionale consorziato con l’’Università di Salerno e la Regione Campania, ed è stato ideato al fine di promuovere i prodotti tipici regionali che la nostra regione può vantare. A presentare l’evento, che ha visto la partecipazione di 13 istituti alberghieri, come consuetudine è stato Nello Ciabatti che ha condotto la kermesse presentando e sostenendo i giovani concorrenti durante le performances, mentre la regia è stata diretta da Flavio Amirante che ha coordinato tutte le complesse fasi del concorso. Per la categoria “l’arte del flambè” attraverso una prova pratica, gli alunni delle classi III si sono esibiti nella preparazione di un piatto flambè con ricetta inedita preparata solo con prodotti regionali, mentre per la categoria “abbinamenti enogastronomici”, gli allievi del II anno, hanno suggerito, presentato e servito un vino campano motivandone l’’abbinamento con il piatto presentato dal proprio compagno. Durante tutta la gara, nel ruolo di tutor, gli allievi sono stati affiancati dai maîtres professionisti della Sezione Campania A.M.I.R.A, Antonio Mazza, Antonio Accardo e Patrizio Moschiano. Di anno in anno il concorso impone un tema per la partecipazione alle gare con i piatti flambè nel quale si esibiscono i ragazzi delle classi terze e quest’anno il tema della gara, è stato la carne. A giudicare i concorrenti, che si sono esibiti in una grande sala gremita di intervenuti per assistere all’originale concorso, sono state chiamate per velocizzare la gara, due giurie di esperti quella per i concorrenti con numero dispari presieduta da Giuseppe De Girolamo, noto giornalista enogastronomo, e composta da Clelia Martino Development Manager Rossopomodoro, Francesco Reder Fiduciario Sezione Campania A.I.B.E.S., Vera De Luca Vicepresidente Giornalisti Europei e Michele Trimarco Presidente Associazione Oleum. L’altra giuria per i concorrenti con numero pari è stata invece diretta da Gianni Armiento Fiduciario A.M.I.R.A. Sezione Roma-Lazio, Luigi Di Maria Giornalista, Carla D’Angelo Gastronoma, Antonio Ruggiero Vicefiduciario A.M.I.R.A. Sezione Campania e Edoardo Lanza Presidente Promotega. Contemporaneamente in una diversa sala con altrettanto pubblico, presentati dal maître Dario Duro, gli allievi del IV anno hanno presentato una “bevanda tipica della Campania Felix”; mentre gli allievi del V anno sono stati impegnati nella presentazione di un “prodotto gastronomico tipico della Campania Felix”, il tutto promuovendo i prodotti tipici regionali attraverso la realizzazione di uno spot presentato con l’ausilio di cinque slides preparate dagli stessi allievi. La giuria per le categorie “bevanda tipica della Campania Felix” e “prodotto gastronomico tipico della Campania Felix” è stata presieduta da Alberto Alovisi, Presidente A.D.A. Campania, e composta da Guido Ferraro Editore – Enogastronomo, Giovanni Imperato Direttivo A.M.I.R.A Sezione Roma-Lazio, Nino Giordano Direttivo A.I.B.E.S. Campania e Agostino Iacobucci Chef Executive.

La commissione scrutinio è stata presieduta da Vincenzo Minervino Maître d’Hotel Sezione A.M.I.R.A Campania il quale ha diretto tutte le operazioni coadiuvato dai Luca Maresca, Marco Maresca, Sonia Bellini e Michele Muro.

Grande spessore alla manifestazione è stata data anche dalla presenza del presidente nazionale dell’Amira Raffaello Speri che, complimentandosi con il giornalista Giuseppe De Girolamo, ha voluto consegnargli e personalmente apporgli il primo dei nuovi distintivi realizzati dal sodalizio con il cravattino d’oro al centro delle stelle dorate dell’Unione Europea su fondo blu. Contemporaneamente, sempre all’enogastronomo Giuseppe De Girolamo, noto personaggio del giornalismo partenopeo e profondo conoscitore delle tradizioni e tipicità del territorio, il presidente campano Di Napoli, a nome del direttivo, ha consegnato il premio “”Special Prize”” che l’’A.M.I.R.A. riconosce ogni anno ad un personaggio che ruota attorno al mondo della ristorazione e che contribuisce alla crescita della cultura del territorio. I due presidenti Speri e Di Napoli hanno ringraziato, premiando con una riproduzione in argento della “Lampada Amira”, Raffaele Beato, Direttore dell’Osservatorio Appennino Meridionale, per il costante impegno a sostegno delle attività promozionali messe in campo dall’Amira campana e per la promessa fatta lo scorso anno di riconoscere ai vincitori delle diverse categorie un ulteriore premio e realizzata in questa edizione con la consegna, a ciascun primo classificato delle gare svolte, splendidi premi a tema.

I vincitori delle varie categorie si sono così classificati:

 

Categoria allievi II anno “Abbinamenti Enogastronomici”

gli allievi hanno dimostrato conoscenze e competenze per l’’abbinamento vino-cibo:

1° classificata GAETANA SUPINO I.P.S.A.R. “MANLIO ROSSI DORIA” (AV)

2° classificato FERDINANDO D’ONOFRIO I.P.S.A.R. “TEANO” (CE)

3° classificata ALESSANDRA ROMANO I.P.S.A.R. “TOGNAZZI” POLLENA T. (NA)

 

Categoria allievi III anno “L’Arte del Flambè”

ha previsto la realizzazione di un dessert elaborato alla lampada con l’utilizzo di prodotti tipici campani:

 

1° classificata DEBORAH GRANDE I.P.S.A.R. “ROSSINI” (NA)

2° classificato ALESSANDRA PIGNATIELLO I.P.S.A.R.“TOGNAZZI” POLLENA T. (NA)

3° classificato RITA DE MARTINO I.P.S.A.R. “DUCA DI BUONVICINO” (NA)

 

Categoria allievi IV anno “Bevanda Tipica della Campania Felix”

dove i vini ed i liquori tipici Campani sono stati il leitmotiv di questa gara:

 

1° classificato MATTIA ORLANDO I.P.S.A.R.“ROSSINI” (NA)

2° classificato CARMINE GIANNINO I.P.S.A.R. “FERRARIS” (CE)

3° classificata MADILA CERVASIO I.P.S.A.R. “PETRONIO” MONTERUSC. (NA)

 

Categoria allievi V anno “ProdottoTipico della Campania Felix”

valorizzazione dei prodotti tipici della gastronomia regionale:

 

1° classificato RICCARDO RUSSO I.P.S.A.R. “FERRARIS” (CE)

2° classificata TERESA DONATIELLO I.P.S.A.R. “TEANO” (CE)

3° classificata ALESSIA PESCATORE I.P.S.A.R. “MANLIO ROSSI DORIA” (AV)

 

Nel salutare tutti i partecipanti un particolare ringraziamento è stato rivolto alle aziende che hanno voluto sponsorizzare la manifestazione: Azienda Vinicola Annarumma, Azienda Vinicola Colle Spadaro, L’Arcadia Restaurant Park, Goeldin Collection abiti da lavoro, Cantine Fontanarosa, Wedding Solution, Taverna 191 Restaurant, Biztems, D&D De Simone, Salvatore Franchini, Antica Fattoria del Re, Severino Se.Vin, Deia Laboratorio Artigianale, Hotel Residence Solone, Radio Punto Nuovo. Il presidente Giuseppe Di Napoli ha inoltre ringraziato lo Chef della struttura Salvatore Bisbiglia che, a conclusione della manifestazione unitamente alla sua brigata e con i maîtres della casa Antonio Noto e Luigi Urru, ha servito un ricco buffet elaborato ed offerto dalla proprietà dell’hotel-ristorante che ha ospitato l’evento.

Articolo di Cinzia Loffredo