Sorrento: Da San Giuseppe Vesuviano per rubare una moto dall´Hotel Central, arrestati un 18enne ed un 21enne.

0

Sorrento: Rubano motorino da un albergo, arrestati in due.

di Vincenzo Maresca.

Sorrento. Condanna di un anno e 4 mesi di reclusione, pena sospesa con ammenda di 300 euro, per due giovani di San Giuseppe Vesuviano intercettati, inseguiti ed arrestati dai carabinieri in seguito al furto di una moto “Honda SH 125” trafugata dal garage dell’ “Hotel Central” situato sul corso Italia. Dopo avere studiato e preparato il colpo i due, Arcangelo Marigliano di 18 anni e Salvatore Ambrosio di 21 anni, entrambi di San Giuseppe Vesuviano, sono giunti in costiera a bordo di una “Smart” ed intorno alle 21 e 30 sono penetrati all’interno di un garage, lasciato sempre aperto, di pertinenza dell’ “Hotel Central” dove avevano precedentemente adocchiato un’ “Honda SH 125” di proprietà di una 30enne di Sorrento. Sono bastati pochi minuti per forzare con attrezzi artigianalmente confezionati il bloccasterzo, il sistema di blocco del freno a disco ed i comandi di accensione, poi, dopo essersene impossessati, uno dei due è partito in fuga in sella alla moto seguito dal compare a bordo della “Smart”. La scena non è passata inosservata alla proprietaria della moto che ha subito allertato i militari dell’Arma. Mentre erano in fuga in direzione Castellammare di Stabia i due si sono visti inseguire dalla radiomobile dei carabinieri coordinati dal capitano Massimo De Bari della compagnia dell’Arma di Sorrento che li hanno intercettati sulla statale 145 sorrentina. Dopo un breve inseguimento entrambi i veicoli sono stati raggiunti e bloccati, per i due giovani di San Giuseppe Vesuviano è scattato l’arresto per il reato di furto aggravato in concorso, con la permanenza  in celle di sicurezza in attesa del processo per direttissima svoltosi davanti al giudice del tribunale di Sorrento in via degli Aranci. Il 18enne Arcangelo Marigliano è stato inoltre denunciato per avere guidato la moto trafugata di cilindrata 125 cc senza avere ancora conseguito la patente. Perquisita la “Smart” i carabinieri hanno rinvenuto al suo interno una serie di attrezzi da scasso fabbricati in proprio in maniera artigianale e successivamente posti sotto sequestro. L’ “Honda SH 125” è stata restituita alla 30enne di Sorrento.