Salernitana, i soldi arrivano dal Comune

0

Fonte: La città – Spiezia
 

© foto di Image Sport/TuttoLegaPro.com

Sempre in attesa d’essere rilevata da un acquirente che possa strapparla ad un destino fallimentare, la Salernitana cerca risorse immediate per fronteggiare le spese impellenti, quelle improcrastinabili.A ieri, la cifra non avrebbe superato però i 30mila euro.
Frutto di contratti di sponsorizzazione con tre societá partecipate dal Comune: “SalernoEnergia, “Centrale del Latte”, “Salerno mobilitá”. Diecimila euro da ognuna come scambio merce: all’Arechi il “totem” a metá campo più rotor intorno al campo e sfondi interviste giocatori per loghi e denominazione delle societá che così portano nuovi e necessari introiti da sponsorizzazioni al club. Servono solo per l’immediato, non per saldareun’intera mensilitá ai giocatori. Altri contratti il direttore del marketing Bruno li cerca anche in campo privato. A De Luca (congelata la seconda rata del debito verso il Comune), la Salernitana – non più gestita direttamente da Lombardi – ha intanto chiesto protezione, aiuto, sostegno.”Clima diverso intorno a noi: il fatto che il sindaco è sceso in campo per sostenerci e risolvere i problemi è fattore importante.

La sua presenza al nostro fianco può essere una garanzia per chi osserva la situazione del club”, ha detto Loschiavo, da due mesi impegnato in una delicata operazione di sopravvivenza-ripartenza. Il riferimento ad un ruolo di “garanzia” del sindaco sembra il rimbalzo ad una trattativa di cessione che, avviata un mese e mezzo fa, potrebbe regalare sviluppi entro fine mese.La fotografia contabile è sul tavolo dell’imprenditore sondato: la complessiva situazione debitoria è di 8 milioni, senza però le cifre delle cause con Murolo e quella sul marchio. Il tempo però stringe.

Esempio: la diffida Enpals è scaduta da due mesi, per ora l’Ente non ha fatto decadere la rateizzazione però il rischio resiste. Come quello della procura federale. L’ultima punizione alla Vibonese ha fatto scattare l’allarme: club punito per inadempimenti relativi alle mensilitá di maggio e giugno scorsi. Bimestre che la Salernitana per ora è riuscita a scollinare. Oltre alle questioniStendardo e Caputo (a giorni collegio arbitrale sul mancato pagamento delle ultime due mensilitá che il barese lamenta) resta da affrontare la battaglia davanti alloTnas per l’ultimo punto di penalitá subito.Punti (anche più di 4) potrebbero poi arrivare per la nuova stagione se non si provvedesse, entro il 15 maggio, a pagare stipendi, Enpals e Irpef da luglio in poi. EB o Lega Pro non fa differenza: Macalli ieri l’altro ha annunciato un rincaro della fideiussione per l’iscrizione, la Lega di B invece la decisione di non procedere a ripescaggi.

visita il mio blog

http://calcionapoli.positanonews.it