Salernitana, De Luca in tackle: «Altra penalità? società irresponsabile»

0

I tifosi incontrano la squadra, il presidente Lombardi
non c’è ma finisce nel mirino del primo cittadino

 

Il sindaco
Il sindaco

SALERNO – «Dobbiamo ricostruire le relazioni con le autorità sportive visto che diversi comportamenti irresponsabili societari le hanno fortemente compromesse» . Torna a parlare di Salernitana il sindaco Vincenzo De Luca, intervenuto mercoledì sera Centro Sociale di Pastena per lo scambio di auguri pasquali tra tifoseria e squadra, organizzato dal Centro di Coordinamento Salernitana Clubs e dal Granata Group Center. Un centinaio i tifosi presenti nella struttura di via Cantarella che hanno potuto abbracciare i calciatori ed tecnico Roberto Breda, dimostrando ancora una volta il proprio attaccamento ai colori granata. Ma è stato l’arrivo del primo cittadino di Salerno ad accendere l’entusiasmo. «Credo — ha sottolineato De Luca — che dobbiamo dire grazie di cuore ai calciatori ed al tecnico che stanno dimostrando una tempra ed una grande forza, grazie alle quali stanno ottenendo risultati sportivi incredibili. A Salerno c’è anche un’altra componente a cui dobbiamo dire grazie: sono i ragazzi dei quartieri che sono accanto alla squadra da sempre, specie nei momenti difficili. Ricordate che i veri uomini si vedono e vengono fuori nelle difficoltà». Versante sportivo a parte, le parole di De Luca sono state chiare e nette quanto è stato toccato l’argomento societario.

 

Salernitana, gli auguri di Pasqua con la tifoseria

IL SINDACO: NOVITÀ TRA UN MESE – «Come amministrazione pubblica stiamo seguendo con grande attenzione quanto sta accadendo a livello societario — ha detto il sindaco— abbiamo già ribadito che saremo accanto alla squadra fino all’ultimo minuto, ma bisogna anche dire che stiamo pagando un prezzo molto alto per colpe non nostre. Le relazioni con le autorità e le istituzioni sportive sono state compromesse da ripetuti comportamenti irresponsabili e non consoni, dobbiamo lavorare molto per tornare ad avere buoni rapporti con tali autorità. Alla crescita di Salerno manca solo il tassello sportivo ed il risultato sul campo della Salernitana. Vi posso assicurare che superato questo mese ci saranno importanti novità per Salerno sportiva e per la Salernitana». Sul palco, attorniato da tifosi e calciatori, De Luca ha poi ricevuto in regalo la sciarpa ed una maglia granata personalizzata, con numero 1 ed il suo nome. Vicini al sindaco anche il dirigente Antonio Lo Schiavo, che aveva partecipato all’inaugurazione della campagna elettorale di De Luca, e il diesse Nicola Salerno.

Umberto Adinolfi Il Corriere del Mezzogiorno

proposto da Michele Pappacoda