NUCLEARE: DI NARDO (IDV), CONTROLLO SUI PRODOTTI ITTICI IMPORTATI,GOVERNO INADEMPIENTE.

0

‘Mentre il Governo finge di riflettere sul ritorno all’energia atomica, dopo averne gia’ concluso l’iter legislativo, scatta l’allarme sul rischio di contaminazione radioattiva del pesce in Italia: e’ sconcertante che non ci sia un controllo sulla filiera alimentare, il Governo non puo’ permettersi questa inadempienza perche’ i rischi per la salute potrebbero essere gravissimi’. quanto afferma il Capogruppo dell’Italia dei Valori in Commissione Ambiente al Senato, Nello di Nardo, che sulla vicenda annuncia la presentazione di un’interrogazione parlamentare. ‘Dopo la catastrofe nucleare del Giappone – aggiunge – sono state scaricate nell’Oceano Pacifico circa 11.500 tonnellate di acqua radioattiva e dai docenti della Facolta’ di Veterinaria ‘Federico II’ di Napoli e’ stato rilevato il rischio di contaminazione per tutta la catena alimentare. fondamentale che il Governo introduca dei controlli piu’ ferrei per evitare pericoli per la salute dei cittadini, tutelando d’altra parte anche il settore italiano della pesca che non puo’ essere in alcun modo danneggiato dalla drammatica vicenda. evidente che il ricorso all’energia nucleare puo’ avere delle conseguenze devastanti e di vastissima portata, per questo – conclude Di Nardo – l’unico modo che gli italiani hanno per tutelarsi dal folle progetto nuclearista del Governo e’ votare si’ al referendum abrogativo’