Angri.Drogato al volante è grave

0

Angri. Una serata in discoteca, un bicchierino di troppo ed una «sniffata», o una pasticca di sostanze eccitanti. Un mix esplosivo che avrebbe potuto causare l’ennesima tragedia del sabato sera, lungo le strade dell’Agro. Sarebbe stata proprio l’associazione di alcool e droga a far perdere la lucidità ad un giovane di Sant’Antonio Abate, finito con la sua auto contro un palo della pubblica illuminazione in via Nazionale ad Angri, all’alba di ieri. Non è in pericolo di vita ma è in prognosi riservata il giovane estratto esanime dalle lamiere di una Mini cooper, ultimo modello, rosso fiammante. Ventidue anni, di Sant’Antonio Abate, il ragazzo era solo in macchina quando, intorno alle 5 di ieri, ha perso il controllo del veicolo mentre percorreva via Nazionale, in direzione di Scafati. I carabinieri della stazione di Angri, intervenuti sul posto, non hanno avuto difficoltà a ricostruire la dinamica dei fatti. La strada, a quell’ora, era praticamente deserta. La Mini cooper del 22enne, proveniente da Pagani e diretta verso Scafati, sbandando, ha invadendo la corsia opposta ed è finita dritta contro un palo della pubblica illuminazione, nei pressi di un negozio di coloniali. L’impatto è stato violentissimo, al punto tale che il palo si è piegato. L’allarme è stato lanciato immediatamente. Il tonfo dell’impatto è stato avvertito dai residenti del posto. Qualcuno ha allertato carabinieri e 118. Quando i militari della stazione locale, coordinati dal comandante Egidio Valcaccia, sono giunti in via Nazionale si sono trovati di fronte una scena terribile. La Mini cooper rosso fiammante, con la bandiera inglese sul tetto, era praticamente accartocciata contro il palo della luce. La parte anteriore dell’auto era ridotta ad un cumulo di lamiere. Sembrava impossibile sperare che il conducente fosse ancora vivo. Invece il giovane respirava. Era svenuto ma il suo cuore batteva ancora. Il lavoro dei soccorritori non è stato facile. Dal lato guida era praticamente impossibile accedere all’interno dell’abitacolo. È stato necessario procurarsi un varco dal lato passeggero per estrarre il corpo del giovane che era privo di conoscenza. Il ragazzo è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Scafati dove è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso, compresi il test alcolemico e quelli tossicologici. È risultato positivo sia al test dell’alcol che a quello della cocaina. La prognosi è riservata ma per i medici del Mauro Scarlato il 22enne non è in pericolo di vita. Un miracolato, insomma, anche se le sue condizioni restano preoccupanti. A seguito dell’impatto il giovane ha riportato fratture al cranio, fratture multiple costali e della clavicola, fratture scomposte dei mascellari e del braccio oltre ad una contusione polmonare. La Mini cooper è stata posta sotto sequestro, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Daniela Faiella Il Mattino di Napoli

proposto da Michele Pappacoda