La LUBRENSIS Vice-Campione d´Italia a Fermo

0

Domenica 17 aprile impresa tutta da incorniciare quella della Lubrensis che nella finale della 600 kg prima, e della 680 kg poi, piazza i migliori risultati dell’anno.
La categoria 600 kg si è svolta la mattina, e dopo un girone all’italiana breve, ma molto combattuto, la Lubrensis si è trovata a svolgere la finale con la squadra di Cobra Fermo. Quest’ultima ha vinto la finale battendo la squadra partenopea che comunque ha dimostrato di essere in costante crescita.
La categoria 680 kg si è svolta il pomeriggio e, come all’andata, ha visto protagoniste 8 squadre: Cobra – Fermo, S. Vittoria – Porto S. Giorgio, Spinetta – Cuneo, San Rocco 2001 – Faenza, Sarzana, Co.po – Ferrara, Santoni – Fermo e la squadra Campana Lubrensis.
Il secondo posto guadagnato nella 680 kg è molto più saporito di quello mattutino, sia per il numero di squadre partecipanti, sia per il fatto che nella semifinale tra Lubrensis e S.vittoria si è vista una vera è propria battaglia. La semifinale sembrava infinita poiché le due squadre si sono esibite in ben 6 tirate. Bisogna sapere che tra le due semifinaliste passa colei che vince due tirate su tre. Allo stesso tempo, nel tiro alla fune esistono le ammonizioni, e se ambedue le squadre ricevono contemporaneamente 3 ammonizioni a testa, viene determinato dall’arbitro un “no pull” per cui quella tirata va annullata e bisogna ripartire subito da capo senza recupero. Ebbene, le prime due tirate, di rispettivamente 3,41 minuti e 2,30 minuti sono state un “no pull”. La terza tirata è stata vinta dalla Lubrensis: La quarta e la quinta tirata altri due “no pull” ed infine la sesta ed ultima è stata vinta ancora dalla Lubrensis. Poi ad aspettare la Lubrensis ormai sfinita nella finalissima c’erano i Cobra che hanno avuto vita piuttosto facile e si sono aggiudicati il 25° titolo Italiano. 
La Lubrensis termina alla grande il Campionati Indoor ed ora aspetta la Coppa Italia che si svolgerà in estate, e dopo gli undici minuti complessivi di tirata registrati nella semifinale, la squadra di Massa Lubrense spera che l’anno prossimo possa iniziar a dare un pò di fastidio ai Cobra, che sembrano ancora un bel pò avanti.