stuprate due donne da uno slavo albanese di fermo

0

Fermo, 12 aprile 2011 – Degrado culturale e sociale. E violenza. Poche parole per tentare di descrivere l’indescrivibile. Come può esserlo una storia di abusi tra le mura domestiche, alla quale i carabinieri di Fermo hanno messo fine oggi. I militari, infatti, hanno arrestato un operaio albanese di 29 anni, da tempo residente in città, con l’accusa di aver abusato delle tre sorelle minorenni della moglie, anch’esse albanesi; che oggi hanno 12 e 17 anni (due sono gemelle).

L’uomo, almeno negli ultimi tre anni, ha approfittato sessualmente delle ragazzine, riuscendo ad ottenere il loro silenzio. Le adolescenti temevano conseguenze gravi, qualora avessero parlato.

L’operaio attendeva che i genitori delle ragazze (con i quali vivevano) uscissero di casa per recarsi dalle cognate e abusarne indisturbato. Pochi metri, infatti, separano l’abitazione dell’uomo da quella dei suoceri, anch’essi da tempo residenti in Italia.

Ad accorgersi delle ‘stranezze’ sono stati i vicini, che hanno segnalato la questione ai carabinieri. Ora il ventinovenne è in carcere, con l’accusa di violenza sessuale continuata su minorenni.