Sorrento meno auto al centro arrivano le navette

0

 

Sorrento – È scattato sabato il nuovo progetto per la mobilità cittadina che resterà in vigore fino al termine dell’estate. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di migliorare la vivibilità nel centro cittadino, garantendo una capillare rete di trasporti alternativi, sollecitando, nel contempo, gli automobilisti, sia residenti che turisti, a lasciare le auto nei parcheggi ed a spostarsi servendosi dei mezzi pubblici. Per raggiungere tale scopo, quindi, è stato ripristinato il servizio di bus-navette istituito in via sperimentale durante il periodo natalizio. Si tratta di due pullmini a trazione elettrica, quindi ad impatto inquinante zero, che garantiscono i collegamenti tra le varie aree di sosta cittadine. Il percorso dell’autolinea interna prevede la partenza e l’arrivo presso il parcheggio Lauro di via Correale, mentre il tragitto si snoda in modo circolare attraverso tutto il centro cittadino: piazza Tasso, corso Italia e via degli Aranci. Gli autobus partono ogni mezz’ora. La prima corsa è alle 7 e 30, mentre l’ultima è alle 24. «Nel corso del periodo di maggiore afflusso di turisti – spiega il vice sindaco con delega alla Mobilità, Giuseppe Stinga – pensiamo di sospendere il servizio nelle ore serali lungo il tratto del corso Italia compreso tra piazza Tasso e piazza Veniero dove scatta l’isola pedonale, in tal modo si potrà passeggiare anche sulla strada senza preoccuparsi del passaggio di alcun veicolo». Per il periodo estivo verranno applicate le seguenti tariffe: 50 centesimi per una singola corsa ed un euro per l’intera giornata. L’accordo con l’azienda di trasporti che garantisce il servizio, la Cooperativa Tasso, prevede anche una particolare personalizzazione degli autobus. «Gli automezzi saranno ridipinti la prossima settimana con colori sgargianti – precisa il vice sindaco di Sorrento – che renderanno i mezzi immediatamente riconoscibili». Oltre ai bus navetta di collegamento tra i parcheggi, vengono potenziate anche le autolinee interne che collegano il centro con le zone periferiche di Casarlano (ora raggiungibile sia attraverso via San Renato, che seguendo via Fuorimura), Priora e l’area portuale di Marina Piccola. Per questi servizi i ticket rimangono invariati ad un euro a corsa. (Fonte: Massimiliano D’Esposito da il Mattino)

Lascia una risposta