DA SORRENTO LA GUERRA CONTRO LE DEROGHE FACILI AI BUS IN COSTIERA AMALFITANA

0

 Basta con le deroghe facili al limite di grandezza degli autobus  in costiera amalfitana,  dopo gli incidenti di Maiori e Praiano insorgono gli operatori sorrentini. Basta mettersi una sede sul territorio e le società di trasporto evitano gli oneri del cambio di parco auto e il ricarico enorme di far girare i turisti con due bus piccoli invece di uno grande (doppia spesa di benzina, doppia spesa di pedaggio autostradale, doppia spesa di personale). Le deroghe, secondo le società di trasporto della penisola sorrentina,  vengono rilasciate con facilità dai comuni di Positano ,  conca di marini ed amalfi. A dirlo Nunzio Lardaro di Piamo di sorrento rappresentante di Staiano e della cooperativa Tasso Sta bus spiega a positanonews come stanno le cose “Tutte queste compagnie si sono messe in regola rispattando i limiti degli otto metri e investendo anche per cambiare tutto il parco macchine. E assurdo vedersi poi vanificato questo sforzo quando vengono rilasciate continuamente deroghe a molti vettori anche operanti in penisola sorrentina agerola sui monti lattari e salerno che si fanno la sede legale magari a volte solo di facciata per eludere la legge poi quando si vede che la maggior parte degli incidenti avviene proprio per colpa dei grandi mezzi tutti fanno finta di niente”