Vico Equense online e Positanonews gli attacchi a blog e giornali online in campagna elettorale

0

 Vico Equense online e Positanonews gli attacchi a blog e giornali online in campagna elettorale. Sono giunti in questi giorni attacchi da tutti i fronti e tutti i tipi. Apprendiamo che Peppe d’ Esposito ha subito gli stessi attacchi da persone che si dicevano vicino a Starace (poi lo stesso ha smentito di aver criticato la correttezza del blog ) . Una campagna nervosa fatta a suon di comunicati, ma comunicati che arrivano da una parte e dall’altra. Articoli che non sono articoli (quelle contro Buonocore che conosciamo come una persona onesta e una delle poche presenti e attive nella frazione di Moiano sui Monti Lattari e non solo ci sembrano solo invettive, ma sta comunque pubblicata nella sezione comunicati elezioni 2011 ) .. Si dice che i comunicati di Cinque vengono pubblicati in continuazione, ma prima nessuno diceva niente. Cosa è cambiato? Parliamo di comunicati di un Comune di Vico Equense che seguono le nostre procedure. Cioè l’autoinserimento o in alto a destra su segnala notizia evento o  cosi . E tutte le forze politiche si vedranno pubblicati i loro comuniicati, chi non lo fa significa che non ha interesse ad uscire sulla nostra testata e a noi interessa meno che a loro pubblicarlo, ma è bene che si sappia che non dipende da noi e che non si tratta di censura. Positanonews , oramai fra i quotidiani online più visti in Campania, ha una sezione, e anche un sito Vico Equense news, dedicato a Vico. Prediligiamo la cronaca e le notizie che siano tali, e le copriamo tutti.  I candidati  sono tutti e tre personaggi di spessore, Cinque sindaco uscente, Dilengite, ex sindaco, avvocato come Starace. A tutti e tre auguriamo buon lavoro e li invitiamo a usufruire, se vogliono maggiore visibilità, come succede per tutti i giornali, degli spazi a pagamento, altrimenti i loro comunicati verranno comunque pubblicati se inseriti con la procedura che utlilizziamo anche per le notizie o gli eventi visto che siamo sommersi di lavoro dovendo segure mezza Campania da Amalfi ad Agerola a Capri e Sorrento. Per il resto la nostra informazione è libera indipendente ed autonoma ma non orientata da nessuna parte se non dalla parte della gente

Lascia una risposta