NAPOLI INVINCIBILE PRIMO IN CLASSIFICA E IL SOGNO CONTINUA

0

La 32a giornata premia il Napoli, che passa per 2-0 sul campo del Bologna (Mascara e Hamsik) e aggancia il Milan al primo posto; la Lazio supera 2-0 il Parma, il Palermo si fare recuperare dal Cesena (2-2). Samp ancora ko, in casa con il Lecce (1-2). 1-1 tra Cagliari e Brescia e Bari e Catania

 

 

Il Napoli continua a sognare e lo fa con un occhio al passato: il 22 aprile del 1990 gli azzurri vincevano a Bologna e superavano il Milan; poi avrebbe vinto lo scudetto. Oggi la storia si ripete: Bologna battuto 2-0 e Milan raggiunto in classifica, almeno per qualche ora. Il primo posto c’è e nessuno può toglierlo ai tifosi partenopei. Nonostante l’assenza di Cavani, il Napoli impone la sua legge anche al Dall’Ara: la difesa del Bologna concede spazi, Mascara prima (sull’assist involontario di Viviano) e Hamsik poi (calcio di rigore dopo l’affossamento di Lavezzi in area) ne approfittano. Il Bolgona prova a reagire, ma Di Vaio è stranamente impreciso in un paio di occasioni. 2-0 e pratica in archivio, per la festa dell’Dall’Ara, invaso da 15.000 napoletani. To be continued…scriverebbe De Laurentiis.

LAZIO-PARMA 2-0

Dimostrazione di forza dei biancocelesti, che sbrigano la pratica agilmente aprendo le danze al 23’ con una prodezza balistica di Hernanes, che centra l’ottavo gol stagionale al ritorno da titolare premiando l’assedio degli uomini di Reja. Il Parma reagisce soltanto sul finire del primo tempo, quando Giovinco costringe Muslera a una grande parata. Ma nella ripresa Reja passa al 4-2-3-1 e azzecca la mossa con l’inserimento di Floccari, che al 71’ sentenzia la partita. Colomba parte male, ma resta a +1 sul terzultimo posto del Cesena. Reja vola a +1 sull’Udinese e si lancia alla volata finale per la Champions forte di un quarto posto conquistato con i denti.

 

CAGLIARI-BRESCIA 1-1

Decidono di non farsi male Cagliari e Brescia. Un pareggio per 1-1 che accontenta gli uomini di Iachini in chiave salvezza e frena la corsa Europa di Conti e compagni. Ad aprire le marcature sono i padroni di casa al 21esimo con Cossu che approfitta di uno svarione difensivo di Zambelli e l’uscita a vuoto di Arcari. Il gol del pareggio nel secondo tempo con Caracciolo bravissimo a deviare in porta di testa il calcio di punizione battuto in area piccola da Zanetti.  Nel secondo tempo espulso nel finale Eder per doppia ammonizione (simulazione in area) e sulle proteste anche l’allenatore del Brescia Iachini.

BARI-CATANIA 1-1

I tabù non sono stati sfatati: al San Nicola finisce 1-1 con il Bari che continua a non vincere a casa sua e il Catania che continua a non vincere fuori dal Massimino. Ad aprire le marcature è Gazzi che festeggia così la sua prima rete in serie A, mentre il gol della squadra di Simeone porta la firma di Maxi Lopez. Ottima la prova di Gillet, bravissimo a chiudere lo specchio della porta al numero 11 del Catania in almeno due occasioni. Un po’ di sfortuna accompagna invece il Bari che con Rudolf colpisce anche una traversa.

PALERMO-CESENA 2-2

SAMPDORIA-LECCE 1-2

VISITA IL MIO BLOG

HTTP://CALCIONAPOLI.POSITANONEW.IT