Positano stabilimenti balneari in difficoltà per colpa degli uccelli.. in cerca di valutazione di incidenza per il ZPS

0

I fondali di Positano in costiera amalfitana rientrano, come alcuni Valloni della costa d’ Amalfi, e l’area di Maiori verso il Bonea, nelle ZPS che come i SIC sono sigle che derivano da direttive europee per le individuazioni sovranazionali di zone che devono essere particolarmente protette.

Gli operatori degli stabilimenti balneari di Positano in questo momento stanno alle prese con gli uffici comunali per dirimere una questione che è sorta sulle procedure da applicare in questi casi, cosa che però non era mai stata fatta in passato.

Dalle direttive si è passati alle leggi nazionali per cui per poter operare qualsiasi intervento, anche l’apertura di uno stabilimento balneare, se esso incide sulle aree protette stesse, si deve adire al procedimento di valutazione di incidenza ai sensi degli artt. 5 e 6, co. 2, DPR 8 settembre 1997, n. 357, nonché dell’art. 6, comma 3, della dir. 92/43/CEE e della dir. 79/409/CEE. 2. L’art. 5 (“Valutazione di incidenza”) del D.P.R. 8 settembre 1997, n. 357, attuativo della direttiva 92/43/CEE, impone di tener conto, in sede di pianificazione e programmazione territoriale, della valenza naturalistico- ambientale (tra l’altro) dei SIC, stabilendo che i piani territoriali, urbanistici e di settore che possono avere incidenze significative sul sito, singolarmente o congiuntamente ad altri interventi, debbono essere sottoposti a preventiva valutazione di incidenza. Il successivo art. 6 (“Zone di protezione speciale”) stabilisce che gli obblighi derivanti dall’art. 5 si applicano anche alle ZPS.

Delle due l’una o si tiene conto che la cartografia non è esatta e ci si rifà ad interpretazioni “letterali” del vincolo , che sembrerebbe esimere i lidi balneari positanesi, oppure si chiede alla Regione Campania di attuare celermente la valutazione di incidenza che potrebbe essere bloccata in qualsiasi momento dal ricorso di qualche associazione ambientalista.. Una terza via c’è.. ma staremo a vedere…