La città si sbriciola: chiude il Cimitero delle Fontanelle per un crollo

0

Solo un anno fa la riapertura. Enzo Albertini, esperto delle cavità napoletane: “Sarebbe bastato un controllo costante da parte di esperti”. L’allarme: “Temo che i cedimenti siano destinati a proseguire”

Crollo nella notte di una porzione della volta del Cimitero delle Fontanelle. Un gigantesco masso di 1.700 chili si è infatti staccato dall’alto ed è piombato al centro della cavità. Il cimitero è stato immediatamente dichiarato pericolante e chiuso alle visite turistiche.

Un crollo annunciato ha fatto sapere Enzo Albertini, esperto delle cavità napoletane, in una intervista a Il Mattino. “Quando ho visto l’ultima volta quel luogo, qualche mese fa, mi sono subito reso conto che c’era pericolo. L’antico stillicidio, che c’è sempre stato in quella cavità, era diventato eccessivo. Una vera e propria pioggia in aree molto vaste del cimitero» . Sul perchè dell’aumento del passaggio dell’acqua, secondo l’esperto “i motivi possono essere molti. Se, ad esempio, è stato rimosso in maniera consistente il terreno che si trova al di sopra delle grotte, può essere stato modificato il ‘filtrò naturale della terra rispetto all’acqua piovana”.

Per evitare questo problema “sarebbe bastato un controllo costante da parte di esperti. Io proposi la mia consulenza, gratuita. Nessuno ha mai risposto alla mia offerta”. Albertini lancia poi un allarme: “Temo che i cedimenti siano destinati a proseguire. Potrebbe essere il primo segnale della fine di quel luogo storico”.

Il Cimitero delle Fontanelle, poco meno di un anno fa, fu occupato dai comitati civici del quartiere che ne chiedevano la riapertura al pubblico come volano per lo sviluppo turistico del quartiere. Il Comune accolse dunque la richiesta. Ma da alcune ore, le porte si sono nuovamente chiuse.

(fonte Ansa)

PROPOSTO DA MICHELE PAPPACODA

Lascia una risposta