MIGRANTI, MARONI CONTRO UE "NON SIETE SOLIDALI CON NOI"

0

ROMA – «L’Europa si fa vanto di grandi principi, ma quando deve dimostrare che c’è solidarietà questo non avviene». Lo ha detto il ministro dell’Interno Roberto Maroni a Bergamo ad un incontro con la Protezione Civile della zona. «La collaborazione che mostra il popolo italiano – ha aggiunto – manca un pò invece in Europa». Il ministro, nonostante le insistenze dei giornalisti, non ha voluto rispondere a nessuna altra domanda.

NAPOLITANO,SERVONO SCELTE UE PIU’ COESE “C’é bisogno di scelte più coese da molto tempo”. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, a margine della riunione del Gruppo Arraiolos, risponde ad una domanda dei cronisti che gli chiedono un commento sulla necessità di una politica comune europea sul tema dell’immigrazione.

NAVE SAN GIORGIO IMBARCA 285 MIGRANTI La nave anfibia San Giorgio della Marina militare ha imbarcato nella notte a Lampedusa 285 immigrati giunti in questi giorni dal Nord Africa. Di questi, 60 verranno trasferiti a Porto Empedocle (Agrigento), mentre i restanti 225 verranno portati a Pozzallo (Ragusa). L’arrivo della nave San Giorgio a Porto Empedocle è previsto intorno alle 13.30, mentre a Pozzallo l’unità anfibia della Marina è attesa nel pomeriggio.

A LAMPEDUSA NAVE CON 600 MIGRANTI A BORDO Una vecchia nave, con a bordo centinaia di migranti che secondo una prima stima sarebbero circa 600, è appena attraccata al molo di Lampedusa. L’imbarcazione era stata avvistata un paio di ore fa a una ventina di miglia dall’isola ed è poi stata scortata in porto dalle motovedette della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza. La nave proverrebbe dalla Libia.

GERMANIA,PERMESSI ITALIA VIOLANO SCHENGEN La Germania giudica la decisione dell’Italia di accordare permessi temporanei ai migranti tunisini “contraria allo spirito di Schengen” e solleverà la questione lunedì alla riunione ministeriale Ue di Lussemburgo, ha detto il portavoce del ministero dell’Interno di Berlino. “Noi vediamo in questa decisione presa dall’Italia una violazione dello spirito di Schengen”, ha spiegato il portavoce del ministero dell’Interno Jens Teschke aggiungendo che ci sarà un incontro tra i ministri degli Interni tedesco, Hans-Peter Friedrich e quello italiano, Roberto Maroni lunedì prossimo a Lussemburgo. Inoltre Teschke ha voluto precisare che la Germania ha accolto negli ultimi anni molte più domande d’asilo di quelle accolte dall’Italia, almeno “sei volte tanto”. Il portavoce ha poi riferito che la Germania rafforzerà i controlli agli aeroporti ed alle frontiere perché si aspetta “un numero significativamente alto di arrivi”. “Noi sappiamo che le autorità francesi hanno a loro volta rafforzato le loro misure di sorveglianza delle frontiere”, ha detto ancora.

40 SBARCATI A PANTELLERIA, ARRESTATI SCAFISTI Dopo 48 ore di tregua, sono ripresi gli sbarchi di migranti provenienti dal nord Africa: un barcone con una quarantina di persone a bordo è arrivato poco fa a Pantelleria. L’imbarcazione, però, non è entrata in porto: i migranti sono stati costretti a buttarsi in acqua dagli scafisti e sono stati salvati dagli uomini delle Capitanerie di Porto e dai Carabinieri. Altre motovedette sono partite all’inseguimento del barcone, che è stato bloccato a 2,5 miglia dalla costa. Tre scafisti sono stati arrestati.

LAMPEDUSA SVUOTATA, IN CENTRO SOLO 72 MIGRANTI
Con la partenza nella notte della nave ‘Flaminia’ a Lampedusa non ci sono praticamente più migranti: dopo settimane di invasione, infatti, sull’isola restano soltanto 72 persone. Gli immigrati si trovano nel centro di accoglienza dell’isola e, secondo quanto si apprende, dovrebbe essere rimpatriati nei prossimi giorni. I 72, infatti, sono arrivati a Lampedusa dopo la firma dell’accordo tra il ministro dell’Interno Roberto Maroni e le autorità tunisina, con un barcone con a bordo complessivamente 104 persone. Una trentina é stata rimpatriata ieri e questi ultimi lo saranno nei prossimi giorni.

Parigi non vuole subire un’ondata di immigrazione tunisina dall’Italia, Paese in cui rispedirà candidati al soggiorno in Francia che non soddisfino le condizioni di identità e di risorse richieste. Lo ha detto il ministro dell’Interno francese Gueant che ha ribadito che i permessi di soggiorno temporaneo italiani dati agli immigrati per motivi umanitari non escludono la possibilità che i migranti stessi siano respinti dalla Francia e rinviati in Italia. ‘Da parte della Francia atteggiamento ostile’ ha detto il ministro Maroni. L’Italia chiederà alla Commissione europea l’attivazione della direttiva che prevede la protezione temporanea dei rifugiati.

FONTE LEGGO

PROPOSTO DA MICHELE PAPPACODA