Salerno Gagliano querela Cirielli

0

Non poteva finire che così fra l’ex sindaco di Praiano  e titolare dell’hotel Tritone in costiera amalfitana e l’ex comandante dei carabinieri di Amalfi . Il primo arrivato al consiglio regionale della Campania bloccato di fatto da quello che ora è diventato presidente della provincia di Salerno nonchè deputato del PDL, non si sono mai potuti vedere e solo per convenienza politica si alleavano cercando di farsi sempre lo sgambetto. Più insulti che proposte. L’avvio della campagna elettorale in cittá si sta caratterizzando per uno scontro sempre più violento tra i candidati. E fioccano le denunce. L’ultima, in ordine di tempo, è quella di Salvatore Gagliano, candidato a sindaco dell’Udc, a Edmondo Cirielli, deputato del Pdl e presidente della Provincia come riporta il quotidiano La Città di Salerno .• Gagliano, lei ieri ha dato incarico agli avvocati Antonio Zecca e Arianna Santacroce di predisporre una querela per diffamazione a mezzo stampa al presidente della Provincia Edmondo Cirielli. • «Sì, a seguito alle gravissime accuse personali che mi vengono rivolte dal presidente della Provincia, il quale – anziché affrontare tematiche dialettiche sul piano politico o se preferisce sul piano istituzionale, sceglie la strada dell’offesa personale e per sostenerla è costretto a rifugiarsi in affermazioni palesemente insussistenti e davvero lontane dalla realtá. Questo aspetto del suo comportamento meriterá l’attenzione della giustizia ordinaria al fine di evitare che la dialettica politica possa ancora una volta scendere in ingiuriosi attacchi alle persone». • Ma cosa ha detto Cirielli di così grave da spingerla a sporgere querela? • «Due, in particolare, gli attacchi oggetto del contenzioso. Il primo domenica, quando mi ha dato del miserabile, sostenendo che che mi sarei venduto a De Luca per un tozzo di pane. E su questo avrei potuto anche soprassedere, ma nel secondo ha davvero passato la misura. Affermando che sono stato sfamato dalla politica ha offeso non solo me ma la mia famiglia, i miei cari, sotto l’aspetto morale. Quelli di Cirielli sono attacchi personali e, tra l’altro, non si rende conto che rappresenta un’istituzione. Avrebbe potuto darmi dell’incapace, avrebbe potuto dire che non ho svolto al meglio il mio ruolo, ma quelle che ha detto sono offese personali gravissime, che colpiscono la mia famiglia. Devo per forza querelarlo. A Salerno e anche fuori sanno tutti chi è Gagliano e chi è Cirielli». • Come spiega tutta questa acredine nei suoi confronti? • «Perché si è reso conto che catturo i voti degli elettori del centrodestra, che si identifica in me e non nella Ferrazzano che non ha una storia di centrodestra. In diciassette anni di attivitá politica non l’ho vista mai, neppure come supporter». • Le viene contestato di non attaccare con veemenza il sindaco De Luca. • «Sicuramente non attaccherò De Luca come sta facendo la Ferrazzano, che parla di Salerno come cittá dell’oppio, che attribuisce al sindaco la responsabilitá dell’emergenza rifiuti in Campania e che sostiene che la nostra cittá sia sporca. Critico DeLuca per altre cose e comunque la mia critica sará sempre propositiva e costruttiva. Non farò mai attacchi pretestuosi, né farò ricorso alla demagogia. E sono convinto che questa mia impostazione sará apprezzata dai salernitani, che di certo non amano la politica urlata e che offende le persone con accuse che nulla hanno a che spartire con la politica vera». • Forse Cirielli si è arrabbiato quando lei ha tirato fuori gli elenchi delle consulenze alla Provincia? • «Sono cose dimostrabili, io ho rilevato i dati dal sito della Provincia, dove è scritto chiaramente il termine consulenze. E comunque le mie sono sempre argomentazioni politiche e mai di natura personale». • Mentre parliamo il cellulare di Gagliano squilla in continuazione. «Sto ricevendo attestazioni di affetto e solidarietá da tanti amici», spiega scusandosi per le interruzioni.

Lascia una risposta