Cilento.MONTECORVINO – IL CASO Assistenza ai disabili NON RISOLTO‏

0

 Riceviamo e pubblichiamo.La scrivente Cuoco Cecilia, già nota alle SS.LL. ringrazia tutti per l’interesse che si è creato intorno alla mia vicenda e lo scarica barile dell’Amministrazione capeggiata dal Sindaco Di Giorgio e l’Assessore Nardiello non potevano essere che il giusto epilogo.
In tutto questo una cosa è chiara, il servizio erogato per i pochi fortunati non è opera di questa Amministrazione ma dell’Ufficio di Piano con sede in Baronissi.
Altro però non è stato detto:
1. politici seri avrebbero preso le difese del suo cittadino e non far rimbalzare competenza di qua e di la;
2. il servizio non è attivo da anni ed io l’ho avuto per poche settimane nel 2010;
3. le operatrici utilizzate non sono OSA quindi non preparate/formate a “sopportare” le richieste di una disabile;
4. il servizio domiciliare che per legge dovrebbe essere svolto da Operatori Socio Assistenziali (personale specializzato) non si limita alle semplici pulizie ma assolve il gravoso compito di supplire alle varie difficoltà del diversamente abile, con e/o senza animali domestici;
5. nel Comune di Montecorvino Pugliano non solo gli operatori domiciliari non sono formati anche l’assessore Nardiello visto che continua a dire che i cani nuocciono gravemente a chi ha la sclerosi multipla a placche e che gli operatori non sono tenuti a “sopportare” i miei animali che la legge li definisce domestici.
6. L’appuntamento tanto reclamizzato non è stato ancora confermato visto che è da mesi che fissano appuntamenti e mai si presentano a casa mia.

Il resto inutili polemiche il vero ed insostenibile fatto che ad oggi sono ancora priva di assistenza ed il Sindaco Domenico Di Giorgio e l’Assessore Silvana Nardiello se ne sono lavate le mani, bravi Ponzio Pilato si è rincarnato in voi.
L’auto ironia a me non manca ma voi avrete poco da ridere.

Montecorvino Pugliano, lì 04 aprile 2011
IN FEDE

inserito da Michele Pappacoda