Vico Equense – I progetti R.A.S. per la città equana

0

Il 2 aprile alle ore 15.00, nella nuova sala convegni, sita al primo piano del Complesso Monumentale SS. Trinità e Paradiso saranno presentate dalla Fondazione Restoring Ancient Stabiae le ipotesi progettuali tese alla valorizzazione del territorio di Vico Equense. La Restoring Ancient Stabia è una fondazione onlus italo-americana costituita presso l’Ambasciata Italiana a Washington su iniziativa dell’Università del Maryland per realizzare il progetto del parco archeologico di Stabiae antica. Con la delibera della giunta comunale n°142 del 17 agosto del 2010 l’Amministrazione in carica di Vico Equense ha proceduto a stipulare un accordo quadro di cooperazione con la fondazione R.A.S. per interventi mirati alla valorizzazione dei beni culturali ed archeologici di Vico Equense. La prima azione scaturita è stata l’inserimento del Comune di Vico Equense nel progetto di urbanistica denominato “Beyond Pompeii: The Vesuvian cultural & Tourist District”ovvero”Al dilà di Pompei: Il distretto turistico e culturale vesuviano”, che ha reso il territorio di Vico Equense, oggetto di studio da parte di studenti e docenti di Università Italiane ed americane. Le Istituzioni Universitarie coinvolte nel progetto sono l’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’ Università di Roma Sapienza facoltà di architettura Valle GIulia e il Politecnico di Bari. Per la parte Americana: l’Università del Maryland, la School of Architecture di Miami, la Cornell e la Oregon University. In particolare per il territorio di Vico Equense sono state elaborate otto tavole progettuali (studi di pre-fattibilità) che saranno illustrate sabato pomeriggio dal professore Arch. Jean-Francois Lejeune e dagli studenti della “School of Architecture” della Facoltà di Miami. Sarà data attenzione agli studi storici-archeologici riportati nel work-shop ” Riqualifica ambientali del percorso, a valenza anche archeologica, dalla marina di Seiano alla località Pacognano con interessamento della via Montariello”. L’attività del workshop si è assunta l’onere di produrre un progetto preliminare di valorizzazione dell’area compresa tra lo specchio acqueo antistante la Marina di Seiano e il casale di Pacognano al fine di rendere possibile la fruizione truistica delle importanti vestigia in essa presenti: un approdo ed alcune murature sommerse; molteplici ruderi costieri; il vallone del Rivo d’Arco – antica via di accesso collinare e montana -; un tratto della via Minerva (o Athena); una cisterna tripartita ed una rete acquedottistica greco-romane; alcuni terrazzamenti agricoli dalle mura ciclopiche; una villa Agricola romana in parte da dissotterrare. L’Evento internazionale che vede coinvolta Vico, sarà presentato nella nuova sala convegni sita al primo piano del complesso della SS. Trinità e Paradiso recentemente ristrutturato per accogliere, tra l’altro, gli uffici comunali del Commercio, Turismo, Cultura e Demanio Marittimo.

Michele Pappacoda