Genny Gagliano da Praiano presidente feder albergatori ma nessuno di Positano e Ravello

0

Gli operatori del settore albergatori della costiera amalfitana hanno riconoscimenti per la loro abilità imprenditoriale, prima Lorenzo Cinque di Positano dell’albergo Casa Albertina , nel settore alberghi della Confindustria, ora Genny Gagliano di Praiano che  è stato riconfermato Presidente della Federalberghi Provincia di Salerno. L’elezione è avvenuta l’altro ieri pomeriggio nel corso dell’assemblea elettiva, tenutasi presso la Sala Corsi della Camera di Commercio di Salerno. Federalberghi, Federazione della Confcommercio, da oltre cento anni, è l’organizzazione nazionale maggiormente rappresentativa degli albergatori italiani. «Un’organizzazione – dice Gagliano – che rappresenta le esigenze e le proposte delle imprese alberghiere nei confronti delle istituzioni e delle organizzazioni politiche, economiche e sindacali, valorizza gli interessi economici e sociali degli imprenditori turistici e favorisce l’affermazione turistica e la promozione dell’offerta turistico-ricettiva». Federalberghi, nella Provincia di Salerno, rappresenta circa 100 strutture alberghiere. Nel nuovo Consiglio che resterà in carica per il prossimo quinquennio sono presenti con Gagliano del Grand Hotel Tritone Praiano, i consiglieri Luigi Acanfora dell’Hotel Cerere Capaccio; Alferio Buffardi dell’Hotel Castello dei Principi Capaccio; Andrea Cimini di Scat Srl Maiori, Anna Citarella dell’Hotel 2 Torri Maiori, Maurizio D’Agostino dell’Hotel la Ninfa AMALFI, Giuseppe Di Lieto Giuseppe dell’ Hotel la Bussola di AMALFI; Raffaele Esposito dell’Hotel Tramonto D’oro di Praiano, Maria Rosaria Marciano,d el Residence Panoramic Maiori, Pietro Marino dell’Hotel Villavenus di Atena Lucana; Giovanni Marone dell’Hotel Sabbiadoro Capaccio, Raffaele Pisacane dell’Hotel Cristallo a Capaccio e Andrea Senatore dell’Hotel La Lucertola di Vietri sul Mare. Abbiamo notato che delle due località più prestigiose, in termini di riscontro turistico, della costiera amalfitana , Positano e Ravello, nessuno è rappresentato nel consiglio della Federalberghi