TORINO, BENZINAIO RAPINATO E PICCHIATO

0

TORINO – Volevano passare la notte sballandosi e divertendosi ai Murazzi ma, nonostante i loro stipendi di tutto rispetto – fanno entrambi i muratori – non avevano i soldi per farsi la serata e acquistare la droga. Così hanno pensato di riempire di botte e rapinare il gestore di un distributore di carburante sull’autostrada che li ha condotti a destinazione, la Torino-Pinerolo. Il benzinaio, infatti, aveva 800 euro nel portafoglio e i due ragazzi, Andrea Rostan, 27 anni e Simone Gallet, 29, entrambi incensurati e residenti a Pomaretto, lo hanno colpito di sorpresa appena aveva finito di fare il pieno, preso a calci e pugni fino a quando non gli è caduto il portafoglio. Lo hanno lasciato a terra e sono fuggiti per passare la loro notte da sballo nella movida torinese. Non hanno fatto i conti, però, con l’impianto di sorveglianza dell’area di servizio Piscina Sud, in cui è avvenuta l’aggressione, che li ha immortalati nel loro raid, e con la tempestività delle indagini dei carabinieri, che li hanno rintracciati la stessa notte nonostante la targa della vettura fosse stata parzialmente modificata con lo scopo di non farsi riconoscere. I carabinieri li hanno attesi a casa dopo averli fatti chiamare dai genitori con i quali i ragazzi vivono. A loro i militari hanno detto che i due avevano superato un posto di controllo senza fermarsi. Arrivati in piena notte con l’auto utilizzata durante la rapina, sono stati ammanettati e portati via sotto gli occhi degli increduli parenti. Una volta in caserma, i due hanno confessato tutto, inchiodati dal filmato. «I 50 euro che ci danno i genitori non bastano per fare serata» si sono giustificati. L’arresto è avvenuto troppo tardi, però, per recuperare il denaro rubato: avevano già speso per comperare hashish ed ecstasy. Al benzinaio poteva andare peggio, vista la violenza con cui è stato pestato: l’uomo ha inizialmente accusato problemi al campo visivo, ma poi è stato dimesso dal pronto soccorso con tre giorni di prognosi per ferite ed escoriazioni. (ass)

di Davide Petrizzelli FONTE LEGGO

PROPOSTO DA MICHELE PAPPACODA