MSC Crociere, giornata da dimenticare

0

Battuti senza attenuanti gli uomini di mister Russo

 

Pallavolo – Serie B1/Maschile – Girone C – 21^ giornata  – 8^ ritorno

 

CLUB ITALIA – MSC CROCIERE          3 – 1

( 26 – 28 / 25 – 18 / 25 – 20 / 25 – 21 )

 

CLUB ITALIA: Valsecchi, Spireto, Preti, Gabrieli, Razzetto, Politi, Tailli; Maniero, Caci, Cirdiello, Picco.

Allenatore: Mario Barbiero

MSC CROCIERE: Ricciardello, Costa, Scialò, Cuccaro, Bassi, Miccio, Esposito; Amitrano, Astarita F, Panetto; Astarita M, Lauro.

1° Allenatore: Russo Luigi;  2° Allenatore: Russo Paolo

1° Arbitro: Spartà Claudio;    2° Arbitro: Caniglia Andrea Luca

 

Sembrava che doveva essere una partita non difficile ma la MSC Crociere torna a casa con una brutta sconfitta, costretta alla resa dal Club Italia che era molto motivato nel racimolare più punti possibili per mantenere la categoria. E forse questo è stato il segreto che i giovani di mister Barbiero hanno immesso in una partita che da un lato sembrava facile per i costieri. I quali si sono complicati la vita non riuscendo a sfruttare l’inesperienza avversaria ed a cadere nella trappola del nervosismo, che ha caratterizzato il loro andazzo anche perché non sono riusciti a ricevere come si deve.

Mister Paolo Russo manda in campo la formazione che nelle ultime settimane ha regalato molte soddisfazioni: Miccio come alzatore in diagonale con Scialò, Costa e Ricciardello in banda, Bassi e Cuccaro al centro, Esposito ed Amitrano liberi ad alternarsi nelle fasi di ricezione e difesa.

    

       Club Italia                        MSC Crociere

LA GARALa partenza è favorevole ai padroni di casa, i ragazzi di mister Barbiero, con un ottimo servizio, mettono subito in apprensione i peninsulari che sul 16-9 sono costretti ad inseguire cercando di avere qualche reazione. Il muro degli azzurrini chiude bene e respinge qualsiasi azione d’attacco dei croceristi, i quali sono costretti a vedere filare liscio come l’olio il Club Italia fino al 23-15. Sembra che ormai tutto sia alla fine, ma un’ottima fase di difesa dei ragazzi di Russo, con Amitrano in grande spolvero, permette alla MSC Crociere di rifarsi sotto, i padroni di casa pagano lo scotto dell’inesperienza ed i sorrentini dapprima si riportano in parità e poi completano la rimonta e si aggiudicano il set ai vantaggi per 28-26.

Nel secondo set i bianco-azzurri partono sicuramente meglio rispetto al primo, ma al secondo timeout tecnico sono ancora costretti ad inseguire, ma questa volta il gap non sembra irrecuperabile (16-12). I locali continuano a far male dalla linea dei nove metri, facilitandosi così anche il lavoro a muro ed in difesa, La MSC Crociere sembra nervosa e mister Russo tenta il tutto per tutto mandando in campo Astarita F sul 22-17. L’ingresso del martello sorrentino non serve a molto ed i baldi giovani  di Barbiero portano a casa il set sul 25-18 ed impattano la gara.

Dopo la scossa gli ospiti sembrano scuotersi dal torpore e riprende a giocare come sanno. Sul 6-8 prima e sul 13-16 poi, la squadra dimostra di essere pienamente in partita e di aver recuperato il terreno perduto nel set precedente. Così come è accaduto nel secondo set, il Club Italia riprende a spingere con una buona battuta e con un muro che crea non pochi grattacapi agli attaccanti del Sorrento. I quali trovano poche direzioni utili a scardinare la difesa locale, così i ragazzi di Barbiero volano via che è una meraviglia fino al 25-20 finale.

Nel quarto set il Sorrento, in avvio, detta ancora i ritmi ma ben presto deve subire il rientro del Club Italia. Mister Russo prova a cambiare qualcosa inserendo Panetto (al rientro dopo l’infortunio al collo) per Miccio, nel tentativo di modificare qualcosa nel gioco offensivo. La selezione nazionale non ha però problemi a mantenere intatto il proprio gioco, aumentando di gran lunga anche le percentuali in ricezione. Le due squadre faticano a creare il solco nei confronti del proprio avversario, ma nella parte decisiva del set è ancora la squadra laziale a piazzare la zampata decisiva, accelerando fino al 25-21 che regala il meritato 3-1 ai ragazzi di Barbiero, ora distanti tre punti dalla zona retrocessione.

Una brutta battuta d’arresto per i costieri che ora dovranno fare del tutto per centrare il sesto posto che il presidente ha chiesto come piccola soddisfazione di questo finale di stagione.

Questa sconfitta contro il Club Italia lascia l’amaro in bocca perché poteva avere una piega diversa, ma nello sport, come nella vita, è impossibile tornare indietro.

L’occasione del riscatto per la MSC Crociere si presenta domenica al Palatigliana, arriverà il Giotto Casoria, ultimo della classe, che nell’ultimo turno ha strappato un punto alla capolista Atripalda.

 

GIUSEPPE SPASIANO