CAMORRA: FAIDA DI VILLA LITERNO, IN MANETTE 11 MEMBRI DEL CLAN DEI CASALESI. OMICIDIO DI UN 19ENNE, IN CARCERE ANCHE IL

0

Stamattina i carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di undici affiliati e fiancheggiatori al clan “dei casalesi” – gruppo Bidognetti, ritenuti responsabili a vario titolo dell’omicidio di un 19enne affiliato ad un contrapposto gruppo camorristico, commesso nel maggio 2004. L’assassinio era stato preceduto pochi giorni prima da un ulteriore agguato, non andato a buon fine, ai danni della medesima vittima. L’omicidio si inserisce nel contesto della guerra intestina all’interno del clan “dei casalesi” tra i gruppi Tavoletta-Ucciero e Bidognetti, che si contendevano la supremazia nella gestione delle attività criminose in Villa Literno. Numerose le vittime, in entrambe le fila, nel corso di questa faida, andata avanti dal 1997 al 2005. Tra i destinatari del provvedimento cautelare, quale mandante dell’omicidio, vi è anche Raffaele Bidognetti, 35 anni, figlio del capoclan Francesco.

Michele Pappacoda