Cava de Tirreni .Spaccio di cocaina davanti al supermercato, cinque arresti

0

Colti in flagranza mentre acquistano cocaina. Cinque arresti effettuati dai carabinieri del reparto operativo di Salerno. È accaduto durante la serata di ieri, 20 marzo. I carabinieri del reparto operativo di Salerno hanno inflitto un duro colpo ad un gruppo di persone risultati attivi nello spaccio di stupefacenti nella zona di Salerno ed Eboli, arrestando in un’unica soluzione cinque soggetti a Cava de’Tirreni. I militari dell’Arma infatti, nonostante le cautele adottate dai protagonisti della vicenda, hanno individuato il punto di incontro convenuto in un parcheggio antistante un grosso supermercato in prossimità dello svincolo autostradale di Cava de’Tirreni. All’incontro giunti sul posto a bordo di una Bmw ed una Lancia Musa, gli arrestati hanno effettuato uno scambio di un involucro in cambio di denaro contante pari a 26.000 euro. I militari dell’Arma sono fulmineamente intervenuti precludendo ogni via di fuga, immobilizzando i malfattori e sequestrando la droga nonostante un maldestro tentativo di disfarsene. Lo stupefacente pari a 270 grammi è stato analizzato presso il laboratorio di analisi stupefacenti del reparto operativo ed è risultato di ottima qualità ed avrebbe fruttato sul mercato circa 250.000 euro. Nell’azione dei carabinieri sono stati arrestati i due fornitori, entrambi provenienti da Torre Annunziata, G. G., quarantacinquenne pregiudicato, e il genero C. A., ventinovenne pregiudicato con recidiva per reati specifici, nonché i tre acquirenti, che poi avrebbero spacciato a loro volta lo stupefacente sulla piazza di Salerno, identificati in M. G., ventinovenne, I. D., trentunenne e C. B., ventinovenne. Sul caso, continuano le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno.Tutti i cinque arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (Giuseppe Gallo, di 45 anni, di Torre Annunziata, pregiudicato; Ciro Abbate, di 29 anni, nato a Gragnano (Na) e residente a Torre Annunziata, pregiudicato; Michele Ginetti, di 29 anni, di Eboli pregiudicato; Ilario Darino, di 31 anni di Eboli e Carmine Bello, di 29 anni di Eboli), sono stati tradotti presso il carcere di Salerno a disposizione dell’autorità giudiziaria.