Al teatro Tasso grande successo dei ragazzi di Sant´Angelo in Formis in costumi d´epoca per ricordare l´Unità d´Italia

0

Al teatro “Tasso” grande successo dei ragazzi dell’Associazione “Insieme per fare” di S. Angelo in Formis che hanno concluso la manifestazione “Diventare nazione. Storia & controstoria del risorgimento” facendo rivivere attraverso i meravigliosi costumi quegli storici giorni che portarono all’Unificazione d’Italia

L’ Associazione Insieme per fare, in occasione della 125^ edizione del Carnevale di Capua, ha deciso di  ricordare cosa avvenne nel nostro piccolo borgo  nel lontano 1860 nella famosa Battaglia del Volturno, preludio  dell’Unità  d’Italia in una maniera un po’ insolita: realizzando un originalissimo carro di carnevale a tema

La Battaglia del Volturno…i ragazzi di S.Angelo in Formis raccontano

Questo evento ci ha dato la possibilità di studiare per poter raccontare, non con la voce ma con le mani, la “storia” del nostro paese,
Con la collaborazione di  mamme, papà, zii, nonni e amici abbiamo portato avanti, con tanta passione, una ricerca storica su quanto avvenne quel Primo Ottobre 1860, recuperando documenti, musiche e abiti dell’epoca.

Un lavoro durato mesi che ha coinvolto tutti, facendo rivivere le atmosfere e la storia di un tempo.

La Storia è diventata così materia viva: nomi degli eroi come Giuseppe Garibaldi o Lamberto Lamberti, il giovane garibaldino seppellito nel nostro cimitero garibaldino, di Maria Sofia e Francesco di Borbone, dei Briganti, sono tornati a vivere tra le strade e nei cuori degli abitanti di Sant’Angelo in Formis.

E non solo, ma anche lo studio e l’approfondimento di quanto accadde dopo il celebre incontro di Teano, della delusione e della guerra Civile che i vincitori declassarono a brigantaggio;  di come un’esperienza così bella ed esaltante pian piano    portò alla  terribile questione meridionale.
Ricordare e rivivere la grande Storia dell’Unità d’Italia, è stata  un’occasione per  divertirsi, confrontarsi, stare insieme, grandi e piccoli, per imparare gli uni dagli altri: in una sola parola per unirsi.

In questi tempi difficili, quale modo migliore per rappresentare una grande Unità tutta Italiana!
Il progetto ha portato anche alla realizzazione di un piccola pubblicazione,
Dunque non solo un carro allegorico: il Carnevale è stato lo spunto  per dar voce alla nostra piccola comunità, per portare all’attenzione di tutti, l’importanza strategica che il borgo di  S. Angelo in Formis  ha avuto nella Battaglia del Volturno e  il suo importante ruolo storico e politico.

Infatti il dittatore Garibaldi proprio da S. Angelo, inviò un messaggio di pace alle Potenze d’Europa,  anticipando l’idea dell’Europa Unita,  e sempre da S. Angelo emanò il Decreto  con il quale  riconosceva Vittorio Emanuele Re costituzionale  dell’Italia “una ed indivisibile”,   eliminando, per la prima volta dal nome del  Sovrano sabaudo  l’ordinale “II ”,  per sottolinearne il ruolo  di “Primo Re dell’’Italia Unita ”.
Tutto ciò, ampiamente riportato ed enfatizzato sui giornali e nelle pubblicazioni dell’epoca,  oggi è  quasi completamente dimenticato!
Convinti che un tale patrimonio merita una particolare attenzione, anche nell’ambito delle Celebrazioni del 150^ anniversario dell’Unità d’Italia, il gruppo formato da circa settanta ragazzi in costumi dell’epoca, ha deciso  di continuare  questa  coinvolgente ed entusiasmante esperienza  portando a tutti, in modo originale, con danze e canti popolari, la famosa battaglia del Volturno.
I progetto prevede anche l’accoglienza e la visita guidata ai  luoghi che furono teatro della Battaglia  a S. Angelo in Formis: Cimitero Garibaldino, Quartier Generale di Garibaldi.

Venerdì 18 marzo alle 18 il gruppo si è esibito sul palcoscenico del teatro “Tasso” a conclusione della manifestazione “Diventare Nazione. Storia & controstoria del risorgimento”raccogliendo unanime consenso da parte del pubblico che ne ha apprezzato gli splendidi costumi e le coreografie       

Il Presidente
Mariangela Maiello

Tel 327 5898955

 

Elenco completo dei figuranti

Cognome Nome Ruolo
Marino Simona Anita
Ragozzino Antonio Garibaldi
Maiello  Giacomo Vittorio Emanuele
Ragozzino Angelo 
Nuzzolo Anna BellaItalia
Lullo Donato Francesco II di Borbone
Rubino Andrea Francesco II di Borbone
Graziano Susy Maria  Sofia di Borbone
Carusone Vincenzo Brigante Carmine Crocco
Auletta Cristian Borbone
Aurilio Fabio Garibaldino
Aversano Stabile Gianmarco Borbone
Belculffinè Pamela Popolana
Bengivenga Stephan Borbone
Borino Ester Garibaldina
Bovo Ylenia Borbone
Bovo  Francesca Popolana
Carusone Giovanni Borbone
Carusone Vincenzo Garibaldino
Casertano Mara Popolana
Castaldo Antonio Garibaldino
Catapano Leonardo Brigante
Chiocchio Alessia Borbone
Chiodelli Davide Borbone
Ciolli Claudio Garibaldino
Cocoras Stefania Garibaldina
Di Lauro Luca Garibaldino
Di Lella Marco Brigante
Farina Antimo Garibaldino
Fusco Carlo Borbone
Fusco Asia Borbone
Fusco Davide Garibaldino
Gicco Carmine Brigante
Gragnaniello Brigida Garibaldina
Gragnaniello Giuseppe Brigante
Graziano Annalisa Popolana
Graziano Erika Garibaldina
Ildebrando Teresa Popolana
Lullo Angelica Popolana
Maiello  Giacomo Brigante
Maiello Valeria Popolana
Manco Raffaele Garibaldino
Manco Elena Garibaldino
Marino Annarita Popolana
Mazzarella Filippo Brigante
Monaco  Annalisa Popolana
Meta Elton Borbone
Medugno Vincenzo Brigante
Nuzzolo Noemi Popolana
Nuzzolo Rosa Garibaldina
Pellegrino Sebastian Brigante
Pellegrino M.Rosa Popolana
Ricciardi Claudio Borbone
Rubino Andrea Garibaldino
Ruggiero Francesco Garibaldino
Ruggiero Michele Garibaldino
Saldamarco Miriam Garibaldina
Salemme Valeria Brigante
Scialdone Arianna Garibaldina
Scialdone Franco Garibaldino
Sgueglia Vincenzo Borbone
Stellato Giuseppe Garibaldino
Stellato Sara Popolana
Suli Pavlina Popolana
Suli Billy Brigante
Varone  Valerio Brigante
Varone Simona Popolana
Violante Camilla Garibaldina
Violante Roberta Garibaldina