Scossa nel Beneventano avvertita dalla popolazione: magnitudo 2.6

0

BENEVENTO – Una scossa sismica è stata avvertita dalla popolazione in provincia di Benevento. Le località prossime all’epicentro sono Torrecuso, Castelpoto e Foglianise. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico si è verificato alle ore 13.52 con magnitudo 2.6. Scossa sismica anche ieri. Si è verificata intorno alle 18.40 di lunedì, e, secondi i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha avuto una magnituro 2.3. Le località prossime all’epicentro sono Castelpoto, Torrecuso e Foglianise. Dalle verifiche effettuate dal Dipartimento della Protezione Civile non risultano danni a persone o cose. La scossa è stata avvertita solo da una parte della popolazione, ovviamente intimorita dallo sconvolgente sisma del Giappone e dal susseguirsi di piccoli eventi sismici nel Sannio. Nella nottata tra sabato e domenica, infatti, un’altra scossa, di magnitudo 2.1, è stata rilevata dalla rete sismica. L’epicentro, ad una profondità di 12,9 chilometri, è stato individuato nella zona compresa tra i comuni di Pesco, Castelpagano, S. Croce, Colle e Campolattaro. Ma la scossa è stata rilevata da 12 stazioni della Rete Sismica Nazionale e ha interessato anche icomuni distanti dai 10 ai 20 chilometri dall’epicento quali Baselice, Casalduni, Castelvetere, Fragneto l’Abate, Fragneto Monforte, Molinara, Morcone, Pago Veiano, Pietrelcina, Ponte, Pontelandolfo e Reino.

Il Mattino di Napoli

proposto da Michele Pappacoda