Venafro (IS). Biblioteca Comunale De Bellis-Pilla. Emozioni. "La stanza del poesta presentata" da Giuseppe Napolitano.

0

Articolo di Maurizio Vitiello – La Biblioteca Comunale De Bellis-Pilla di Venafro con il patrocinio del Comune di Venafro mette a disposizione la propria struttura per il progetto culturale “Emozioni”.

 

 

“Emozioni”

letture e critica letteraria

a cura di Virginia Ricci

 

 

CALENDARIO 2010-2011

 

Prima parte

“Emozioni antiche”

poesia e prosa di scrittori che hanno fatto grande il nostro “Novecento”

 

  • 27/11/10 Rocco Scotellaro: Poesia e partecipazione. Relaziona il prof. A. Iannacone
  • 04/12/10 Tomasi di Lampedusa: Motivi storici e metafisici ne “Il Gattopardo”. Relaziona il prof. A. Cervo
  • 11/12/10 Oriana Fallaci: 50 anni dentro e fuori la storia. Relaziona l’avv. D. Riccio
  • 18/12/10 Dino Campana: Il poeta dei due mondi fra male oscuro e fuga. Relaziona la prof.ssa S. Fascia
  • 15/01/11 Sandro Penna. “La vita… è ricordarsi di un risveglio triste in un treno all’alba”. Relaziona il prof. M. Matteo. Introdurrà Don S. Rinaldi
  • 22/01/11 Francesco Jovine: Il grande affresco di vita molisana .Relaziona la prof.ssa A. Colella
  • 29/01/11 Ignazio Silone: testimonianze di vita fra amarezze, speranze, delusioni. Relaziona la prof.ssa C. Bombardieri
  • 05/02/11 Alda Merini: “Anche dietro a quelle sbarre la vita continua: io come voi ho pianto, ho riso, ho sperato”. Relaziona il prof. M. Matteo

Seconda parte

“Emozioni nuove”

Autori che presenteranno propri testi

 

  • 12/03/11 La stanza del poeta. Collana editoriale. Relaziona il prof. G. Napolitano
  • 19/03/11 Polline di poesia. Relaziona la poetessa G. Antonelli. Recital di poesie accompagnate dal violino di Remo Passarelli.
  • 26/03/11 Solstizio d’estate. Relaziona il poeta S. Barile
  • 02/04/11 Lusinghe di luna piena. Relaziona il prof . G. Vera
  • 09/04/11 G. Sannicola: “scienziato” venafrano . Relaziona il dott. A. Santoriello
    • 16/04/11 Un percorso narrativo:dal racconto al romanzo. Relaziona il prof. A. Cervo
    • 30/04/11 La poesia di Rita Iulianis: Corporeità e spiritualità . Relaziona la prof.ssa Rita Iulianis

Terza parte

“Emozioni venafrane”

Ricordi d’infanzia e vita di oggi

 

  • 13/05/11 Palazzina Liberty, il mulino della corte:relazione storica. Relaziona ing. C. Verrecchia
  • 20/05/11 Winterline:Viviamo il passato con i suoi ricordi. Relaziona L. Bucci
  • 27/05/11 L’amicizia nel mondo classico e nel mondo biblico . Relazionano il  prof. G. Gargano e prof.ssa A.M.Del Prete
  • 03/06/11 Vernacolo venafrano. Relaziona S. Barile
  • 24/06/11 Vite di rom. Relaziona Don S. Rinaldi

 

Tutte le conferenze inizieranno alle ore 17.00.

L’unico ingresso aperto sarà in via del Plebiscito.

 

Segnaliamo, prima di chiudere, l’ultimo incontro letterario alla biblioteca di Venafro: la presentazione della collana editoriale “La Stanza del Poeta”.

 

Continuano nella Biblioteca Comunale “De Bellis-Pilla” di Venafro gli incontri letterari della serie “Emozioni – letture e critica letteraria”, organizzati da Virginia Ricci.

Sabato 12 marzo 2011, alle ore 17, il poeta Giuseppe Napolitano, con interventi di altri poeti e scrittori, ha presentato la collana editoriale “La Stanza del Poeta”, che ha visto nascere finora piú di 70 pubblicazioni.

Molti sono i molisani presenti in collana, tra essi Adriano Petta, Amerigo Iannacone, Ida Di Ianni, Silvana Poccioni, Francesco Paolo Tanzj ed altri.

Nell’occasione è stato sarà presentato l’ultimo libro uscito nella collana, col numero 73, ancora fresco di stampa. Si tratta della raccolta di poesie “Giacchetta Bianca e altre poesie” del medico poeta Gianluigi Zeppetella, di Santa Maria Capua Vetere.

Alessandra Dionisio ha sottolineato nella prefazione “C’è sempre nei versi di Gianluigi Zeppetella una tensione che vibra nel ricordo, nella ricerca e nell’attesa: il senso di una vita sempre attenta a quanto accade dentro e fuori da sé e che ritrova il suo scopo nel viaggio ancor più che nel raggiungimento della mèta. Sembra di intravedere lo sguardo meravigliato e sempre sorpreso di chi guarda alle cose con innocente voracità, desiderando conoscere e assaporare ciò che lo circonda, conservando il senso e il gusto della memoria come risorsa per il presente, come continuo stimolo per continuare ad attendere, cercando. La natura, le stagioni, il vento, il profumo dei fiori, le linee sensuali di una donna, sono immagini fotografate in un’istantanea che ha il dono di non scolorire, nelle riletture di chi si avvicina e percorre il viaggio sensoriale e, in alcuni punti, cenestesico, di chi scrive.”

 

Da seguire questi interessanti appuntamenti culturali.

 

Maurizio Vitiello

 

Lascia una risposta