invasione di zingari dalla repubblica ceca annunciato dagli stessi zingari cechi

0

Praga, 11 mar. (TMNews) – I Rom della Repubblica Ceca si sono rivolti alla Ue per denunciare la situazione di emarginazione e di discriminazione alla quale sentono ridotti. E chiedono ad alcuni Paesi europei – tra cui Italia, Germania e Francia e Gran Bretagna – di farsi carico di questa situazione, dando loro ospitalità.

L’iniziativa è del Romske sdruzeni Forum, un’associazione ceca per la tutela dei diritti di questa minoranza, che ha annunciato l’invio di una lettera appello al capo della diplomazia europea, Catherine Ashton e al commissario per i Diritti dell’Uomo, Thomas Hammarberg, così come al premier ceco, il conservatore Petr Necas. Fra i firmatari anche Ondrej Gina, un giornalista televisivo di origine Rom molto noto in Repubblica ceca, e Ladislav Bily, uno degli attivisti più energici nel sostenere questa causa.

Nell’appello si sottolinea che prima dell’ingresso della Repubblica ceca nella Ue ci furono alcuni segnali di miglioramento della situazione degli zingari cechi, ma poi le cose sono andate progressivamente peggiorando in modo drammatico. Si denunciano così un atteggiamento di razzismo nei loro confronti da parte delle istituzioni e gli attacchi sempre più frequenti da parte dei neonazisti locali. “Nei nostri confronti la Repubblica ceca non è un paese democratico e vero stato di diritto” si legge nella missiva.

I paesi Ue che dovrebbero essere contattati dalla Ue perché diano ospitalità agli zingari cechi sono dieci: Italia, Germania, Francia, Gran Bretagna, Olanda, Belgio, Danimarca Svezia, Finlandia e Lussemburgo. Nella missiva si chiede però che Bruxelles si rivolga anche alla Svizzera.

Gli attivisti Rom sono del parere che la Repubblica ceca dovrebbe poi risarcire agli stati ospitanti una parte delle spese che comporterà tale trasferimento