Napoli: arrestato Raffaele Anastasio boss vesuviano, latitante da un anno

0

NAPOLI – I carabinieri di Castello di Cisterna hanno catturato un pericoloso latitante elemento di spicco del clan “Anastasio”. I militari del nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, ieri sera, hanno catturato il latitante Raffaele Anastasio, detto «Don Felice», 29 anni, nipote di Aniello Anastasio detto “‘o zio”, storico capo dell’omonimo clan, attualmente detenuto, ritenuto elemento di spicco dello stesso clan camorristico. L’uomo era latitante dal luglio 2010, e ricercato dalle forze dell’ordine italiane dopo essere sfuggito a un ordine di custodia cautelare per estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni del titolare di un cantiere edile a Sant’Anastasia. I militari lo hanno individuato e bloccato a Baronissi, in provincia di Salerno, nel parcheggio di un noto centro commerciale mentre era a bordo di una Mercedes, insieme al cognato (non punibile), 27enne di Sant’Anastasia, a un 31enne napoletano e un 58enne di Lancusi, entrambi arrestati per favoreggiamento. Al momento dell’arresto non ha opposto resistenza nè cercato di darsi alla fuga. Non era armato ed aveva con se un carta d’identità falsa.

Il Mattino di Napoli

scelto da Michele Pappacoda