Massa Lubrense carnevale Termini i ragazzi si mettono in gioco e per la satira "l´Italia va a p…" VIDEO

0

Chi lo dice che i giovani pensano solo a drogarsi o alcolizzarsi in discoteca deve vedere questi giovani che lavorano notte e giorno nella realizzazione dei carri. A dirlo è Teresa Pappalardo che con un gruppo di mamme sta creando decine di iniziative (fra le quali una scuola di giornalismo) per le scuole elementari di Termini periodicamente minacciate di chiusura. Straordinario l’impegno delle mamme per la scuola che hanno realizzato anche un laboratorio per far preparare i ragazzi alla sfilata (nella foto) e straordinario E’ stato un successo  la XXIX edizione del Carnevale di Termini con la satira dei carri allegorici, l’allegria dei gruppi mascherati e uno spazio interamente dedicato alla gastronomia. Anche quest’anno la festa, promossa dall’associazione Minerva, presieduta da Andrea Amitrano, ha riservato un angolo agli anziani: quelli della fondazione Dentale di San Giorgio a Cremano. Accanto alla simpatia per i nonni sangiorgesi in vari costumi di carnevale ed abiti di epoca rinascimentale, la satira allegorica ha interessato i personaggi del carro di Diego De Turris col titolo «L’Italia va a put… tane. E non solo lei» riproducente con grandi mascheroni il premier Berlusconi e due escort su un presunto letto della stanza del bunga bunga. Altra amara ironia sul carro di Luca Amitrano dove «Predatori e prede» sono rappresentati da squali, aquile e cobra a caccia di topi, conigli, pesci ed uccelli al posto di miseri cittadini. Graffi satirici infine sul carro di Mario Gargiulo «Mi rifiuto» dedicato ai problemi i insoluti dei giovani e ai mali sempre più dilaganti della società italiana. Pura e semplice allegria invece col carro «Viva Napoli» nel ricordo della grandezza della città partenopea realizzato dai giovani dei Colli di Fontanelle, mentre sulle ali della fantasia volano i bambini coi personaggi delle fiabe, dei cartoni animati e dei film per ragazzi con il carro «Trilly» dell’artigiano Armando Maresca, sui due carri realizzati dai giovani di Nerano con «Alice nel paese delle meraviglie» e «Mignolo e Prof». Ad aprire la gioiosa festa sarà oggi alle ore 10 la degustazione delle tipiche «sfogliatelle a coda» con prosieguo per le «Delizie da gustare» dalle 12.30 presso lo stand gastronomico. L’arrivo dei carri da Villaggio casa in piazza Santa Croce verso le 16, sarà annunciato dai tamburi e dalle chiarine degli sbandieratori delle torri metelliane di Cava dei Tirreni.