Under 17 M Pallacanestro Costiera Amalfitana-Cava 71-73

0

Partita incredibile alla tendostruttura comunale di Minori, decisa solo all’ultimo secondo con un tiro incredibile da tre di Purgante, che sanciva la vittoria di Cava. Purtroppo nella Pallacanestro non esiste il pareggio, e per  gli indomiti ragazzi della Costiera restava una grande delusione per aver dato tutto e non raccolto niente. La partita iniziava con le due squadre che già dai primi minuti lasciavano capire che non si sarebbero arrese facilmente. Gli ottimi arbitri Milano ed Esposito adottavano un metro di giudizio molto fiscale, chiamando ogni contatto e dopo solo tre minuti il PCA era in bonus. La difesa ad uomo dei ragazzi di Apicella e Petrocelli era efficace ma penalizzante dal lato della aggressività tanto invocata negli allenamenti dallo staff tecnico. Il primo quarto si chiudeva con il vantaggio di Cava per 22 a 17. Il secondo quarto vedeva il PCA prendere l’inerzia della gara, con il coinvolgimento di tutta la panchina che rispondeva bene al campo,il quarto si chiudeva con un ottima penetrazione di Confalone che subiva fallo e con un gioco da tre punti portava in avanti il PCA con il punteggio di 37 a 35. Nel terzo quarto Coach Apicella puntavva su il quintetto base, con poche rotazioni, la partita sempre combattuta vedeva alcune azioni pregevoli di contropiede con ottimi passaggi da parte di Porpora. Il terzo quarto si chiudeva con il punteggio di 59 a 55 per il PCA.
Il quarto quarto diventava difficile per i costaioli anche per l’uscita per falli prima di D’Amato poi di Porpora e infine di Carrano. Coach Apicella decideva di passare a zona per l’eccessivo carico di falli dei prorpi ragazzi, mossa che si dimostrava poco efficace perchè la difesa perdeva d’aggressività e Cava riusciva a gestire bene l’attacco. A tre minuti e quaranta secondi dalla fine il PCA ritornava ad uomo, e Smeraldo con le sue penetrazioni insieme a Confalone e a tutta la squadra tenevano Cava sempre dietro. A 58 secondi dalla fine il PCA era a più uno con possesso di palla di Cava, Manzi Angelo rubava una grande palla e volava in contropiede realizzando il più tre. Nell’azione successiva Cava realizzava un canestro e si riportava a meno uno. A 26 secondi dalla fine Confalone teneva palla fino allo scadere dei 24 secondi come da indicazione poco lucida della propria panchina. A due secondi dalla fine con il punteggio di 72 a 71 per i costaioli,riceveva la palla il numero 33 Purgante che con un tiro alla Micheal Jordan segnava un canestro da tre a tabellone, mandando in visibilio i ragazzi di Cava con il loro coach Carlo Di Donato. Punteggio finale 74 a 72 per Cava. Alla fine della partita enorme era la delusione dei ragazzi del PCA insieme ai dirigenti Del Pizzo e Ruocco e un Coach Petrocelli distrutto da quel tiro impossibile. Toccava al Coach Apicella commentare. “I ragazzi sono stati straordinari e siamo orgogliosi di loro e dei loro straordinari miglioramenti, questa sera giocavamo contro una squadra forte, con ragazzi quasi tutti del 1994. Non abbiamo avuto paura e solo un tiro a due secondi dalla fine ha confermato che questo è lo sport più bello al mondo perchè solo la sirena sancisce chi ha vinto. Inoltre devo dire che sono stato poco lucido nella gestione dell’ultimo possesso non essendomi accorto che i secondi restanti erano 26 e non 24, omettendo di dire a Confalone che doveva tirare negli ultimi secondi del possesso. Mi assumo completamente io anche se con il senno di poi il peso di questa sconfitta che però ci rende ancora più determinati ad andare avanti.”
PCA
CASTELGRANDE FULVIO-
PORPORA IACOPO 5
FERRAIUOLO CARLO 5
CONFALONE FABIO 26
DI BIANCO GIANCARLO –
D’AMATO ALESSIO 3
PETROSINO LORENZO 1
PANSA GIUSEPPE –
SMERALDO SIMONE 20
CARRANO ANDREA 4
MANZI ANGELO 7
CAVA
TODISCO 8
BUGGI 10
FERRARA 11
ZACCARIA –
DELLA MONICA 10
FALCONE 3
PISAPIA 8
ALTAMURA 9
PURGANTE 14
BEVILACQUA –

Mimmo Apicella
mimmoapicella@alice.it
Minori Costa d’Amalfi