Piano di Sorrento riflettori puntati sui giovani e Antonio d´Aniello spunta Pollio

0

Piano di Sorrento mentre stasera si attendono i giovani che con Antonio D’Aniello sono la vera novità politica in penisola sorrentina con una trasparenza fuori dal Comune (basta andare al bar Marianiello e sentirli parlare di programmi e problemi del sociale del paese davanti a tutti senza nascondersi o fare massoneria come fa la politica in generale ) spunta, anzi rispunta, come anticipato da Agorò, Johnny Pollio, avvocato quarantenne di Sorrento (con il quale abbiamo condiviso lil movimento de La Rete dove siamo stati coordinatori mettendo insieme la costa di Sorrento con quella d’ Amalfi )  presenta il neonato movimento “In primo…Piano” che si candida a svolgere un ruolo particolare: quello di sollecitare una riflessione, quindi un confronto, sui temi più significativi per un Paese visti nella prospettiva futura e quindi in rapporto alle scelte, giuste o sbagliate, che oggi vengono fatte da chi ricopre incarichi pubblici. “Il nostro è un progetto sicuramente alternativo a quella Piano Futura presentata dal Sindaco Giovanni Ruggiero – ha detto  Pollio ad Agorà  – Abbiamo una visione diversa dello sviluppo della città e intendiamo confrontarci con tutti, senza pregiudizi, per trovare interlocutori attenti su questi temi fondamentali per la salvaguardia degli interessi generali“. Il resto lo leggeremo domani su Agorà. Intanto questa sera l’attesa è tutta al Centro Culturale Comunale si presenta il Gruppo trasversale dei giovani guidati da Antonio D’Aniello che intendono proporre una propria lista alle elezioni, fuori dal palazzo e dall’asse PD-UDC che si sta confrontando sull’ipotesi di unirsi elettoralmente, ma, perso Maurizio Gargiulo, che è diventato il braccio destro del sindaco Giovanni Ruggiero, l’UDC non ha ancora deciso di candidare Gianni Iaccarino. Se si volevano cambiare le sorti di queste elezioni l’UDC avrebbe dovuto decidere da mesi chi doveva guidarla.. e gli altri? Zurino sta su face book e Mario Russo è sparito.. Ruggiero oramai è alle prese solo con i potenziali assessori (solo quattro) e sulla possibilità di fare addirittura una lista civetta (ipotesi da lui smentita) dove metter  insieme minoranza e maggioranza in consiglio comunale. Altre ipotesi, compresa quella di Pollio che non è considerato presente nella politica carottese, sembrano al momento peregrine. A poco più di un mese dalla presentazione delle liste (le elezioni avverranno il 15 maggio, le liste si presentano un mese prima) l’orizzonte sembra abbastanza definito