Pordenone, Arbese, calcio e coltello

0

 

il gioco è gioco ma il vizio del coltello dove lo vogliamo collocare? per essere andato in panchina con un coltello, un giocatore dell’Arbese Graphistudio, squadra che milita nel girone ‘A’ di terza categoria del Friuli Venezia Giulia, è stato squalificato dal Giudice sportivo per cinque anni, fino al 25 febbraio 2016.
Il fatto è accaduto ad Arba, piccolo comune del Pordenonese, domenica 20 febbraio, al termine della partita di campionato vinta dai padroni di casa contro il Tiezzo per 2-1. Allo scadere dell’incontro tra i giocatori delle due squadre si è acceso un parapiglia; l’arbitro nel tentativo di sedare gli animi si è avvicinato alle due panchine e si è accorto che un giocatore dell’Arbese, Paolo Mucciolo, non utilizzato dal suo allenatore, si stava avvicinando al gruppo dei più facinorosi con un coltello in mano. Il fatto è stato notato anche dal capitano dell’Arbese che ha subito bloccato il compagno di squadra portandolo negli spogliatoi.
Il referto dell’arbitro non ha dato scampo al ragazzo che oggi è stato squalificato per cinque anni.  Giovanni Farzati