I giovani musicisti dell´Erasmus in concerto

0

 

Al Casino Sociale si esibiscono le due studentesse straniere ospiti al Conservatorio di Salerno

 Questa sera, alle ore 19.00 presso la Sala Rossa del Casino Sociale di Salerno, luogo abituale di svolgimento dei concerti organizzati dal conservatorio salernitano, si svolgerà il Concerto Erasmus, organizzato proprio dal Conservatorio di Musica «Giuseppe Martucci» di Salerno, che vedrà l’esibizione degli studenti stranieri partecipanti al programma internazionale Erasmus. La serata è stata progettata da Francesco Paolone, coordinatore dell’Ufficio relazioni internazionali del «Martucci» e docente di Musica da camera presso lo stesso conservatorio. Il progetto Erasmus, ha portato a Salerno due studentesse straniere, la clarinettista Samarah Gonzales Rodriguez e il soprano Marie Feilhaber, che si esibiranno insieme ad alcuni studenti del conservatorio cittadino. Il concerto avrà inizio con due duetti composti da Luigi Cherubini su testi del poeta Paolo Antonio Rolli, eseguiti dalla Feilhaber e dal mezzosoprano Maria Gesualdi, per poi proseguire con il singolare «Pas de Deux» di Armand Russell per clarinetto e percussioni, eseguito dalla Rodriguez e dal percussionista Simone Lembo. In seguito verrà dato spazio al romanticismo e tardo-romanticismo del pianoforte solista di Kristina Kulish, studentessa di origini salernitane che è stata in mobilità Erasmus in Germania, studiando per un anno presso la Hochschule für musik «Carl Maria von Weber» di Dresda. La giovane pianista eseguirà le due Ballate op. 10 di Johannes Brahms e il meraviglioso e trionfale Preludio op. 23 n. 5 di Sergej Rachmaninov. Seguiranno due brani tratti da «Des knaben Wunderhorn» di Gustav Mahler cantati da Marie Feilhaber, accompagnata al pianoforte da Luigi Maresca, e la «Romanza de la Duquesa» di Francisco Asenjo Barbieri cantata da Veronica Palermo, accompagnata al pianoforte da Margherita Coraggio. L’originale trio composto dal mezzosoprano Lucia Branda, dal pianista Maresca e dal clarinetto della Rodriguez eseguirà poi l’aria «Parto, ma tu ben mio» dall’opera in due atti «La clemenza di Tito» (K 621) di Wolfgang Amadeus Mozart, l’ultimo lavoro del genio di Salisburgo. Ancora di Mozart i giovani musicisti eseguiranno i Sei notturni, una serie di pezzi composti tra il 1783 e il 1788 per soprano, mezzosoprano, basso, due clarinetti e clarinetto basso (rispettivamente la Feilhaber, la Gesualdi, Biagio Pizzuti, Simone Sorvillo, la Rodriguez e Francesco Di Domenico). Il concerto si concluderà con «Měsíčku na nebi hlubokém» dall’opera «Rusalka» di Antonin Dvorak (soprano Alessandra Della Croce accompagnata al pianoforte da Pizzuti) e con «Il bacio» di Luigi Arditi (soprano Annalisa D’Agosto accompagnata al pianoforte da Carmela Petrone).

Lorenzo De Donato