PONTECAGNANO SCONFITTO 1-0 DALLA GEREFIN CAMPANIA

0

Pontecagnano Ecoteam:

Radu,Federico, Lapenta, Iuliano, Carbone, Benigni,(68 Sabbatino),Volpe,(73 Lo Bosco)

De Martino,(76 De Cesare),Esposito,De Crescenzo,( 80 Coppola),Salandra(46 Strollo)

 All. Saggese

 

Gerfin Campania

Ignoto-Barbarini-Della Calce-Sessa-Botta-(62 Liguori)-Longo-Santoriello-Lisanti-De Angelis-(55 Di Muro)-Olivieri-Bertolini-(35 Attanasio)   in panchina Tranchino-Torrisi- Allen. Perfetto

 

Arbitro- Di Lorenzo sezione di Agropoli

Ammonite– De Martino-De Cesare- Di Muro

 

Marcatore– 64 Lisanti

 

IL COMMENTO- Iniziamo dall’arbitro che ha meritato il 6 in pagella, qualche sbavatura ma nella norma e nella logica delle regole del calcio contrariamente alle altre partite.

Con i riflettori puntati sul campo di gara dobbiamo sottolineare che le squadre si sono affrontate senza timore con un primo tempo di chiara marca picentina mentre la ripresa è andata alle cavesi più ordinate e grintose.

La prova offerta dal Pontecagnano nei primi 45 di giuoco ha evidenziato la poca lucidità sotto porta con azioni sciupate da Esposito, al 20 e 28  e con tiri dalla distanza di Volpe, al 15 e 34, di De Martino al 25 e 38, ma troppo telefonati per impensierire il portiere Ignoto.

Unico acuto della Gerfin al 40, con Lisanti, che fino ad allora aveva offerto una prova a dir poco insufficiente, in contropiede che impegna Radu in un difficile intervento ma la Rumena dei picentini compie un intervento salva risultato.

Nel secondo tempo la Gerfin prende le redini dell’incontro in mano. Al  53 con Santoriello va vicino al gol ma Radu con un balzo felino in due tempi sventa la minaccia, poi al 64 Lisanti con una magistrale punizione centrale dal limite indovinando l’angolo giusto, firmando il vantaggio. La salernitana ha salvato la sua inutile partita con il gol vittoria.

Il Pontecagnano cerca di reagire ma la retroguardia della Gerfin controlla ed il centrocampo gestisce bene le ripartenze. Al 78 ancora Radu salva su di un tiro da pochi passi di Di Muro.

Nell’assalto finale delle picentine occasionissima nei tempi di recupero, ancora con Esposito che imbeccata da Strollo, colpisce il palo e nella carambola, sulla linea salva Sessa.

Sfortuna a parte, è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e salvare una stagione visto che si è al giro di boa e che con 11 gare da disputare si deve aprire un nuovo campionato mettendo in campo grinta e carattere.