Sinalunga, tunisino arrestato per spaccio, uno, dieci, cento malocchi contro la Polizia

0

 

Crede al potere della magia e non solo; la sua corsa è stata fermata dalla Polizia; (“maledetti”);rincorso per anni dalla Squadra Mobile di Perugia e Terni per reati di droga, il tunisino, 32 anni, era riuscito a sfuggire più volte alla cattura.La prima volta, durante un’operazione antidroga, gli agenti erano riusciti a trarre in arresto solo la compagna di questi, sequestrando 1 kg. tra eroina e cocaina. Poi nella periferia di Perugia, il reo straniero, braccato dalle Forze dell’Ordine, riuscì a sfuggire nuovamente alla cattura scappando dalla finestra e calandosi lungo una grondaia.
Grazie alle intercettazioni telefoniche, i poliziotti sono riusciti a rintracciarlo in un appartamento a Sinalunga (Siena).Vistosi ormai circondato e senza alcuna via di fuga, il tunisino non si è perso d’animo, ha preso il telefono ed ha chiamato la madre in Tunisia, chiedendole di fare la fattura di magia nera ai poliziotti che ormai stavano irrompendo nella stanza per arrestarlo, scrive il sito diggita.it, ultimoraArrestato, la richiesta del “malocchio“, fatta dallo spacciatore alla madre, è emersa dalle intercettazioni telefoniche.  Giovanni Farzati