Ravello al di la dei muri senza casa. La musica ora la fa la politica

0

Nella Città della Musica va in scena il concerto della politica. Fra i vari comuni in corsa per le elezioni comunali in costiera amalfitana Ravello comincia ad avere gli scenari abbastanza definiti. Non altrettanto possono dire Amalfi (la più confusa), Praiano, Cetara e Conca dei Marini. Continua la corsa di IPR (Insieme per Ravello) che ha scelto dopo un percorso costante e coerente di opposizione, attraverso le primarie, in Paolo Vuilleumier il candidato sindaco. Dall’altra parte è nata anche la tanta auspicata terza via che ha visto raggruppare pezzi da novanta con Ulisse Di Palma candidato sindaco e Nicola Amato vice, con Gerardo Russo e Francesco Zappia in squadra. Mentre il gruppo di “Al di là dei muri”, Gino Schiavo, Carfora ed Emiliano Amato, che ha fatto cadere l’amministrazione di Paolo Imperato non trova casa dopo aver cercato il dialogo con IPR e RNC (Ravello nel cuore). Ora comincia anche la politica del “gossip” come quella, arrivataci nella tarda serata di ieri, ma infondata,  di incontri fra leader. In tutto questo sorprende però il silenzio de “La Campana”. Dei due antagonisti storici Secondo Amalfitano ha annunciato il ritiro dalla candidatura in consiglio comunale, ma molti scommettono che Salvatore Di Martino non voglia fare lo stesso e si stia preparando per ritornare in campo. Come andrà a finire . Intanto in attesa del Ravello Festival la musica ora la fa la politica

Ci è giunta la seguente nota da Emiliano Amato consigliere comunale dimissionario del gruppo Al di là dei muri


Si ricorda che il sottoscritto, Emiliano Amato, ex consigliere comunale del Comune di Ravello, ha sospeso il proprio impegno politico il 4 dicembre 2010, allorquando il gruppo Al di là dei muri, incontrando pubblicamente i cittadini, è stato definitivamente sciolto. Si invita, dunque, a rettificare l’ultimo articolo “Ravello al di la dei muri senza casa e incontri nei ristoranti. La musica ora la fa la politica” comparso sulla vs testata che mi vedrebbe ancora coinvolto. Il sottoscritto, inoltre, comunica che non sarà candidato in alcuna compagine e invita giornalisti e collaboratori ad accertarsi della fondatezza delle notizie da loro pubblicate. Emiliano Amato