Presentazione libro di Francesco Senatore

0

“Voce all’anima. La mia prima raccolta di poesie”. E’ questo il titolo della raccolta di poesie di Francesco Senatore (edizioni neomediaitalia), scritte come dice l’autore stesso nella presentazione “con l’anima”, che sarà presentata sabato 12 febbraio prossimo, alle ore 10.00, nell’Aula consiliare del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni.

Francesco, che oggi ha 17 anni, ha cominciato a scrivere versi all’età di 9 anni. Da due anni è ospite della Comunità alloggio La Medina alla frazione SS. Annunziata, a cui è giunto dopo un lungo percorso di vita travagliata, accompagnato dai Servizi sociali e dal Centro servizi per la Famiglia ed i Minori del Piano di Zona.

“Quando conobbi Francesco, alcuni anni fa- scrive nel libro Elena Pironti assistente sociale del Centro servizi per la Famiglia ed i Minori-, nell’unica destrutturata, umidissima stanza dove abitava con i suoi genitori, era solo un bambino alle prese con le molte deprivazioni che condizioni di vita familiare difficili gli imponevano”.

“Dal suo ingresso in comunità -prosegue la dottoressa Pironti- Francesco è una persona completamente nuova”.

A tracciare il profilo della vita difficile di Francesco Senatore, che oggi frequenta le scuole superiori e che vuole proseguire gli studi universitari, aiutato anche dal ricavato della vendita libro, è Anita Calabrese, pedagogista del Centro servizi per la Famiglia ed i Minori. “Nel narrare la sua vita -scrive la dottoressa Calabrese- si percepiva un senso di totale mancanza di valore, niente valeva qualcosa a parte la poesia, emotivamente sembrava nudo, inerme e indifeso…”.

Oggi, invece, Francesco: “Ha ripreso i suoi sogni, riempiendoli di nuova energia. Ha conosciuto persone positive che gli hanno offerto ottimismo e incoraggiamento, costruendosi un sé forte e stabile”.

Il ritratto di Francesco viene disegnato anche da Anna Maria Grazia Langellotti, psicologa e presidente di Scugnizzi in Rada, seconda comunità alloggio attivata dalla Medina alla frazione Maddalena: “Proveniente da un ambiente povero di stimoli e intriso di problematicità, è arrivato presso la nostra giovane comunità…portava con sé un pesante carico di emozioni che si alternavano tra lo sconforto, la rabbia, la paura e il senso di colpa”.

Alla presentazioni prenderanno parte il sindaco Marco Galdi, l’assessore alle Politiche sociali Vincenzo Lamberti, il consigliere con delega alla Cultura, Giovanni del Vecchio, gli operatori della Comunità Medina, del Piano di Zona e dei Servizi Sociali.