Vico Equense. Alberghiero, da domani la scuola riapre i battenti

0

Vico Equense – Gli alunni dell’istituto alberghiero Francesco De Gennaro giovedì potranno ritornare nelle aule della sede della Santissima Trinità. L’incendio verificatosi nel mese di dicembre ha costretto la comunità scolastica a spostarsi presso la succursale di via Vescovado, dove non sono mancate le difficoltà. I ristretti spazi hanno, infatti, obbligato il dirigente scolastico ad organizzare una turnazione e, dunque, in questo periodo, a far entrare le classi a giorni alterni. Ripristinata la rete elettrica e messe a nuovo le pareti, i ragazzi ora potranno sedere dietro i loro consueti banchi. Ancora ignoto il nome dell’uomo che, introdottosi furtivamente nell’edificio,ha dato fuoco al bancone del front-office generando l’incendio, di notevole entità. Le telecamere di videosorveglianza hanno registrato i movimenti dell’uomo che è successivamente salito al piano superiore attraverso una scala interna e poco conosciuta, ha tagliato alcune sbarre del cancello in ferro, abbattuto e danneggiato tre armadi metallici e bruciato i registri delle presenze dei docenti. Nel frattempo il fumo si è subito esteso nell’ampio corridoio del piano terra annerendo le alte volte a crociera mentre le fiamme hanno danneggiato la rete elettrica. Una vicenda che ha generato non poche preoccupazioni. Nel complesso della Santissima Trinità convivono, infatti, ragazzi dell’alberghiero e piccoli alunni della scuola dell’infanzia del primo circolo didattico. L’accaduto ha suscitato inquietudine e apprensione tra le mamme dei bambini, aumentando il malcontento relativo alla precarietà e all’insicurezza dell’edificio. Un atto vandalico, dunque, molto grave che ha sconvolto la comunità scolastica, sebbene abituata a gesti di questo tipo. L’anno scorso, infatti, le aule nella Santissima Trinità, in prossimità del Natale, sono state cosparse di creolina. E anche in quel caso è stato necessario chiudere la scuola. Ma il dirigente scolastico stavolta è sicuro che i responsabili non appartengano al corpo studenti ma siano esterni. «Le dinamiche dell’accaduto – spiega Armando Izzo, dirigente scolastico dell’istituto – non fanno pensare a un’azione realizzata da studenti desiderosi di saltare le lezioni. Ma di questo si stanno occupando le autorità preposte. Sono, ora, lieto di comunicare che a partire da domani presso la sede della Santissima Trinità le attività scolastiche riprenderanno regolarmente».

(Ilenia De Rosa il Giornale di Napoli)

M.P.