Assemblea Pd a Roma e non a Napoli Cozzolino: primarie annullate, un golpe Prodi: Napoli? Non sono un poliziotto

0

NAPOLI – Sempre tesa la situazione del fronte del Pd dopo il caos primarie. La notizia del commissariamento del partito è accolta positivamente dall’europarlamentare Andrea Cozzolino, contento soprattutto per l’uscita di scena del segretario cittadino Tremante. Ma Cozzolino non è assolutamente disposto, per ora, a fare un passo indietro: «Un candidato comune? Prima bisogna rispettare l’esito delle primarie». Oggi ha riunito i suoi al Palapartenope per decidere insieme. E, per prima cosa, vuole che «si riconosca che ho vinto. Ho partecipato alle primarie serenamente. Nella corsa alla poltrona di sindaco io parto da qui, e da una bella pagina di politica scritta a Napoli». «Poi – ammette – sono pronto a qualsiasi discussione». «Farei un passo indietro solo se si candidassero Saviano o Cantone». Intanto, la commissione di garanzie ha chiuso i suoi lavori senza emettere alcun verdetto. Mentre, per martedì, è previsto un nuovo vertice a Roma. Si andrà avanti ad oltranza per trovare una soluzione. Il neo commissario Orlando: «Sono ottimista nonostante la complessità della situazione». Ma alla domanda: considera il fatto come una sorta di golpe? Risponde: «Considerare l’annullamento come una sorta di golpe? Come la vuole giudicare se non cosi?» Ma a tagliare la testa al toro ci hanno pensato Bersani e la Bindi. Infatti la presidente del Pd di intesa con il segretario, ha convocato l’Assemblea Nazionale del partito per venerdì 4 e sabato 5 febbraio a Roma. Lo annuncia un comunicato. «L’Assemblea – spiega la nota – si svolgerà presso la Nuova Fiera di Roma e avrà al centro le proposte del partito per la riscossa dell’Italia. L’assemblea si aprirà venerdì alle 14 e si concluderà sabato pomeriggio con le conclusioni del segretario Bersani su ‘Il Pd e il progetto per l’Italia’». L’assemblea nazionale si sarebbe dovuta svolgere oggi e domani a Napoli ma era stata rinviata per i problemi sorti dopo lo svolgimento delle primarie nel capoluogo campano. Romano Prodi. «Le primarie si possono fare anche bene». Lo ha detto l’ex presidente del Consiglio, Romano Prodi, oggi a Firenze all’Istituto universitario europeo, a margine di un incontro in ricordo di Tommaso Padoa-Schioppa, rispondendo ad una domanda dei giornalisti sull’esito delle primarie a Napoli. «A Bologna – ha precisato Prodi – le primarie sono andate molto bene, c’è stata un sacco di gente che ha votato, c’è stata una sfida. A Napoli non lo so come è andata, io non sono un maresciallo della Polizia».

Il Mattino di Napoli

scelto da Michele Pappacoda