Ravello – Lo storico movimento Insieme per Ravello sceglie il dopo Amalfitano

0

Ravello costiera amalfitana Appuntamento importante quello del prossimo 29 gennaio: il Movimento Insieme per Ravello ha invitato i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alla “convention” prevista presso l’Hotel Bonadies. Il motivo, scegliere il candidato sindaco per le prossime elezioni. In una nota pubblicata sul sito istituzionale del gruppo si legge “per continuare con rinnovato vigore un percorso che, iniziato 15 anni fa, ha sempre avuto come meta lo sviluppo sociale, culturale ed economico di Ravello“. Percorso iniziato nel 1994 dal leader storico, nonchè ex sindaco Secondo Amalfitano. Per scegliere il dopo Amalfitano il movimento invita “tutti coloro che ritengono che il vero progresso sociale, culturale ed economico, possa realizzarsi unicamente con il dialogo e la partecipazione, la condivisione e l’impegno, la chiarezza e la coerenza, la passione ed il sacrificio e, soprattutto, la lealtà. – nella nota poi, non si escludono eventuali aperture – E’ un cammino che può essere più agevolmente preso se accompagnato all’apporto di una pluralità di idee non escludendo, come già indicato dalle precedenti assemblee, l’apertura di un tavolo di confronto con tutte le forze politiche locali come già avvenuto nel recente passato con le congiunte dimissioni dei gruppi consiliari di “Insieme per Ravello” e “Al di là dei Muri”. – dimissioni che poi portarono alla rovinosa caduta dell’Amministrazione comunale di Paolo Imperato e Salvatore Di Martino.-  Insomma la fuoriuscita del cardiologo Di Palma sembra non aver scalfito il movimento Insieme per Ravello che va avanti nel percorso segnato già nello scorso maggio durante un’assemblea pubblica. Lo scenario politico ravellese sembra quindi assestarsi: da una parte Insieme per Ravello, dall’altra Salvatore di Martino con i cocci della “Campana” e nel centro il nuovo sodalizio con lo stesso Di Palma e Nicola Amato (già funzionario del Comune di Ravello)  a contendersi la carica di candidato a sindaco.


  

 

                                  

Lascia una risposta