Massa Lubrense. Rifiuti, il sistema di raccolta un modello da esportare

0

Massa Lubrense – Nuovo scenario nel servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani: il comune lubrense resta unico partner della società «Terra delle Sirene» ed il suo direttore esporta il suo esempio in altre zone. Dopo la decisione del Comune di Vico Equense di lasciare la società a capitale misto, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Leone Gargiulo ha deciso di continuare in qualità di partner a tenere il paese sgombro dalla «monnezza». In attesa del decreto-legge governativo e dei conseguenti provvedimenti della Provincia di Napoli, Massa Lubrense andrà avanti per tutto il nuovo anno insieme alla società «Terra delle Sirene» nel gestire il servizio di «porta a porta» nella raccolta differenziata. Anzi, il suo modulo viene portato dal direttore tecnico Antonino Di Palma (foto) quale esempio oltre che per la città di Teramo anche in altri comuni, tra i quali Villa Santa Lucia degli Abruzzi, Ostuni e Manocalzati. «La proroga a gestire i servizi di ecologia ambientale fino al 31 dicembre del 2011 – dichiara l’assessore all’ambiente ed alla tutela ambientale Giuseppe Ruocco – ci è stata accordata in virtù dei vari premi che il nostro Comune e «Terra delle Sirene» hanno ottenuto grazie ai continui record maturati nella raccolta differenziata che ha avuto un picco anche dell’82 per cento negli ultimi due anni. l nostro primo obiettivo è quello di tutelare il nostro territorio perché ad alta vocazione turistica: per questo miriamo a mantenere il nostro modello di gestione dei servizi ecologici».

(Gennaro Pappalardo il Mattino)

scelto da Michele Pappacoda