Ruby, legali premier: ecco i testimoni. Inviati a pm esiti indagini difensive

0

ROMA – I difensori del premier Silvio Berlusconi, indagato per prostituzione minorile e concussione nell’ambito delle indagini sul caso Ruby, hanno inviato ai pm milanesi gli esiti delle loro indagini difensive. Secondo quanto si è appreso, la difesa ha fatto pervenire agli uffici della Procura di Milano decine e decine di pagine con i contenuti degli esiti delle loro indagini difensive sulla vicenda, in cui il premier è accusato di concussione e prostituzione minorile. Nelle carte inviate dagli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo ai pm milanesi, a quanto si è saputo, ci sarebbero le numerose testimonianze di persone informate sui fatti, che sono state sentite dai difensori. Nell’ambito delle indagini difensive, previste dal codice di procedura penale, i legali del premier, infatti, avrebbero raccolto le testimonianze anche di alcune ragazze che hanno frequentato le residenze del premier. Dopo la lunga audizione dei giorni scorsi verrà riascoltata intanto oggi dai pm milanesi che indagano sul caso Ruby la escort Nadia Macrì. Sulle dichiarazioni della donna, che ha affermato di aver visto la giovane marocchina ricevere soldi dal premier, sono in corso accertamenti ma Francesco Cagliari, l’uomo che da qualche settimana ospita a Modena l’ex escort ha affermato che la Macrì porterà «nuove prove». La procura milanese è al lavoro per tirare le somme dell’inchiesta e mettere a punto la richiesta di giudizio con rito immediato per il premier che sarà inviata al gip presumibilmente entro metà febbraio.

Il Mattino di Napoli

scelto da Valeria Civale

Lascia una risposta