Evasione degli ambulanti, recuperati 400mila euro

0

La presenza quotidiana dei vigili urbani, che per circa due mesi hanno impedito l’accesso nei mercati rionali agli ambulanti non in regola con il pagamento delle tasse, ha dato i suoi frutti. Il Comune di Salerno ha recuperato oltre 400mila euro di evasione. Si tratta di tasse per l’occupazione di suolo pubblico che non erano state pagate nel corso degli ultimi otto anni. Il picco massimo di evasione, a quanto si è appreso, fu raggiunto nel 2006, anno delle elezioni amministrative. • Ora, però, che dal Governo nazionale è stata avviata una drastica cura dimagrante per gli enti locali – con tagli ai trasferimenti che nel 2011 per il Comune di Salerno ammonteranno a ben 14,5 milioni di euro – da Palazzo di cittá hanno dato un maggiore impulso alla lotta all’evasione. • «Quattrocentomila euro sono una cifra significativa – commenta l’� assessore all’Annona Alfonso Buonaiuto – ma più che altro abbiamo voluto lanciare il messaggio che non si può continuare a fare i furbi, a discapito dei colleghi onesti che invece le tasse le pagano regolarmente». • Alla fine dei controlli dei vigili urbani quasi la totalitá dei circa 350 venditori ambulanti dei mercatini rionali si sono messi in regola. All’appello mancavano soltanto 11 operatori, di cui sette attraverso il Confidi e la Confesercenti hanno successivamente pagato, per gli altri 4, invece, è scattata la revoca delle autorizzazioni. Al momento, dunque, non possono esercitare la vendita nei mercati rionali. • «Ora, però – spiega l’assessore – sono previsti interventi per mettere in sicurezza e a norma i mercati rionali. Verranno ridisegnati gli spazi, perché bisogna garantire corridoi di due metri e mezzi e una distanza di 50 centimetri tra ciascun banco di vendita. «Si perderá qualche stallo – spiega Buonaiuto – ma è un fatto di civiltá». • Poi sono previsti vari lavori di manutenzione, si comincerá dal mercato di via De Crescenzo, dove bisognerá risolvere il problema del deflusso delle acqua. A seguire toccherá al mercato di via Robertelli,dove sará rifatto l’asfalto, e infine al mercato di via Piave per il ridisegno degli stalli nell’area dedicata all’a bbigliamento. «Come amministrazione – annuncia l’assessore all’annona – siamo disponibili a rilasciare le autorizzazioni per l’installazione di gazebo e dell’energia elettrica, in modo da consentire la vendita anche di sera in specifiche occasioni». Infine, ulteriore novitá, saranno previsti degli spazi per il nucleo di polizia annonaria dei vigili urbani in ciascun mercato rionale. • L’assessore Buonaiuto sta anche cominciando a discutere con l’o rganizzazione di categoria dei venditori ambulanti (l’Anva Confesercenti) per sollecitare l’aggregazione degli operatori in specifici consorzi, in modo da avere interlocutori unici per ciascuno mercato rionale, con cui concordare i vari interventi e le diverse iniziative da prendere nel corso dell’anno. «C’è stata una prima risposta positiva dagli operatori del mercato di via Robertelli – conclude Buonaiuto – e ritengo che sia questa la strada da seguire per un’evoluzione positiva del settore, che auspichiamo e a cui stiamo lavorando anche con la redazione di un nuovo regolamento».

di Gianni Giannattasio fonte La Citta

scelto da Michele Pappacoda