Salerno. LE CONSULENZE DI ROMANO

0

Da un lato si tagliano i fondi, ma dall’altro si spende. E’ questa l’accusa che i sindacati della Funzione Pubblica rivolgono al sindaco del Comune di Mercato San Severino GIOVANNI ROMANO che, a partire dal 1 gennaio, per esigenze legate al bilancio comunale, ha deciso di modificare l’orario di lavoro. Stop ai rientri pomeridiani ed apertura degli uffici al pubblico anche nella giornata di sabato. Una decisione che comporta, sotto il profilo finanziario, un risparmio, all’anno, di circa 50mila euro, cioè quei fondi che vengono stanziati per coprire i buoni pasto ai dipendenti dell’amministrazione comunale di Mercato San Severino. Una decisone che, secondo quanto afferma MATTEO BUONO, Segretario Provinciale della CISL FUNZIONE PUBBLICA, potrebbe avere anche una giustificazione, peccato però che lo stesso GIOVANNI ROMANO riduce i costi per il personale ma aumenta quello per le “consulenze”. Per il personale convenzionato, scelto senza alcun tipo di concorso ma sulla base di una indicazione fiduciaria, il comune di Mercato San Severino, nel corso del 2011, tra staff del Sindaco, Direttore Generale e figure esterne alla dotazione organica, spenderà qualcosa come 170mila euro. Alla faccia del risparmio. Per questa ragione tutti i sindacati hanno deciso di proclamare lo stato di agitazione e nei prossimi giorni chiederanno al Sindaco Romano un incontro, proprio per discutere della opportunità di questa decisione dell’amministrazione comunale che punta a garantire le consulenze piu’ che premiare i dipendenti comunali. All’orizzonte c’è anche una clamorosa decisione, cioè quella di proclamare una giornata di sciopero nel corso del mese di Febbraio.

da www.agendapolitica.it

 

M.P.

Lascia una risposta