Massa Lubrense. Parcheggio al posto di alberi. si lavora anche con il lutto cittadino

0

MASSA LUBRENSE: COSTRUISCONO L’AUTORIMESSA INTERRATA E SEPPELLISCONO IL BOSCO!!!

IL WWF DENUNCIA UNA DISCARICA DI TERRENO AI MARGINI DELLA CARREGGIATA E IL PROBABILE RISCHIO IDROGEOLOGICO 

Non è bastato neanche il lutto cittadino proclamato dall’amministrazione comunale di Massa Lubrense, per il tragico evento che ha colpito l’intera cittadinanza, a fermare i camion e le ruspe che, come laboriose formiche, hanno continuato a lavorare anche durante il funerale dei giorni scorsi e fino a buio inoltrato, per scaricare tonnellate di terreno e materiali nel bosco di castagni e robinie, posto poco più innanzi del cimitero.

 

Avendo ricevuto numerose segnalazioni da cittadini e turisti, che transitando sulla carreggiata in questione hanno assistito alle operazioni in corso e all’insolito passaggio di camion e ruspe, il WWF Penisola Sorrentina ha immediatamente inviato una nota alle autorità competenti, segnalando come, nel Comune di Massa Lubrense, in località S. Agata, all’inizio di via Reola, con Permesso a Costruire n. 2 del 04.04.2010 rilasciato alla Società Alberghiera S. Agata di Merolla Mario & Co. s.a.s., al di sotto di una vasta copertura a due falde in tubolari e teloni in plastica si stanno eseguendo operazioni di scavo di terreno per la realizzazione di un’autorimessa interrata.

Da tale cantiere provengono le enormi quantità di terreno estratto che, da settimane, si stanno sversando in località S. Maria la Neve nei pressi di un castagneto ceduo, posto a circa 50 metri dopo la chiesa sulla destra della carreggiata.

Tale deposito di materiali sta di fatto comportando una grave modifica geomorfologia del sito con l’interramento del castagneto e la trasformazione della scarpata con probabili rischi idrogeologici visto che non è stata messa in essere a valle nessuna opera di contenimento del terreno sversato.

In virtù di quanto segnalato il WWF ha chiesto di verificare con urgenza la legittimità delle opere in corso e del deposito-discarica di materiali sul suolo boschivo.

 Meta 17.01.2011

 

 

 

Lascia una risposta