Salerno. RESA DEI CONTI

0

Il braccio di ferro tra l’Unione di Centro di Ciriaco De Mita ed il Pdl di Cirielli si sposta da Salerno a Napoli, dal consiglio provinciale a quello regionale, dove l’UDC è saldamente in maggioranza, al fianco di Caldoro. E così quando nella giunta di ieri il Governatore ha rinnovato, anche se solo per 15 giorni, la fiducia al commissario dell’ASL di Salerno Francesco De Simone, di cui Cirielli aveva chiesto la testa, è scattata la presa di posizione politica. I 4 consiglieri regionali del centro destra, eletti in provincia di Salerno, e cioè Longo, Fortunato, Baldi e Paolino, hanno annunciato di passare all’opposizione: tutti e 4 schierati contro la maggioranza di Stefano Caldoro, perchè nel settore della sanità la politica salernitana aveva chiesto un cambiamento che non c’è stato. A sostegno della loro iniziativa politica anche l’unico assessore espressione del territorio della provincia di Salerno, Giovanni Romano, che ha presentato le sue dimissioni, in segno di disappunto nei confronti del Governatore della Campania. Regista della manovra, ovviamente, il Presidente della Provincia Edmondo Cirielli che, nella serata di ieri, ha incassato anche l’appoggio del coordinatore regionale del Partito del Popolo della Libertà Nicola Cosentino, il quale ha definito legittime le richieste pervenute dai 4 consiglieri regionali della provincia di Salerno. Ovviamente la parola, adesso, passa nelle mani di Stefano Caldoro il quale, è bene ricordarlo, in Consiglio Regionale, vanta una maggioranza numerica che va oltre il gruppo dei consiglieri salernitano: l’Udc, l’unione di Centro, di Ciriaco De Mita, rappresenta un alleato solido di Caldoro e, visti anche i rapporti tesi tra il Presidente della Regione ed il PDL Campano, è difficile che lo stesso faccia un passo indietro. Nel frattempo dalla Provincia di Salerno arriva una nuova clamorosa proposta in materia di sanità. A lanciarla il consigliere provinciale del PD Simone Valiante che, dopo aver definito un fallimento l’esperienza dell’ASL Unica per la Provincia di Salerno, annuncia che nel corso del prossimo consiglio provinciale presenterà una mozione per la reintroduzione, nel salernitano, della doppia ASL. E chissà che sulla proposta di Valiante, visto il clima che si è venuto a creare, non possa nascere una maggioranza trasversale.

da www.agendapolitica.it

scelto da Michele Pappacoda