L´Ac Amalfi vince e si rilancia!

0

Ac Amalfi – Dragonea 2 – 0
Buonocore 41′ Cipriano 94′

Partita insidiosa, quella che si presentava oggi contro il Dragonea terz’ultimo, per la compagine amalfitana allenata da mister Lucibello. L’Ac Amalfi era chiamata ad una prova di carattere dopo le ultime pessime prestazioni e in vista del derby della prossima giornata. Tante le assenze, tutte per infortuni, e formazione quasi obbligata. L’inizio della gara è soporifero, pochissime le iniziative degne di nota, la partita si svolge per lo più a centrocampo, ma nessuna delle due sembra cercar veramente la via della rete. La prima conclusione arriva al 30esimo, Buonocore cerca l’affondo ma la sua conclusione è centrale. A 4 minuti dalla fine del primo tempo un lampo accende la gara; lancio dalla sinistra in area, la difesa del Dragonea stenta nel rinviare, e sulla palla si avventano Cipriano e Buonocore, con quest’ultimo che di destro anticipa il portiere in uscita superandolo con un morbido pallonetto.
Finiscono i primi 45 minuti con l’Ac Amalfi in vantaggio.
Il secondo tempo però riparte su ritmi blandi, il gioco è lento e le occasioni stentano; ma al 15esimo comincia ad accendersi l’Amalfi con un Cipriano voglioso di dimostrare di essere pienamente recuperato, scambio Cipriano – Buonocore e l’attaccante amalfitano si trova sul destro la palla del 2 a 0, ma il portiere compie una prodezza in tuffo. L’incontro sale di ritmo e il Dragonea lascia enormi praterie per i contropiedi, ed è ancora Cipriano al 22esimo a presentarsi in area da sinistra, ma ancora una volta è il portiere ospite a dire di no. Al 30esimo occasionissima per Florio che lanciato in verticale si trova in porta, ma la sua conclusione angolatissima viene deviata in angolo dall’insuperabile portiere ospite. È un Amalfi che crea tanto, ma spreca l’impossibile; Buonocore al 33esimo in area lascia partire um destro che si stampa sul palo. Il Dragonea prova a reagire con azioni confuse, ma è ancora Cipriano che al 43esimo ha palla match, sprecata malamente. Nel secondo minuto di recupero il Dragonea sfiora il colpaccio; punizione da metà campo e tutti in area, palla ribattuta fuori sui piedi dell’attaccante ospite che lascia partire un destro all’angolino, Verderame si tuffa per il miracolo ma il pallone carambola sui piedi dell’altro attaccante che a botta sicura tira in porta, ma è ancora un miracolo di Verderame ad evitare il pareggio; un doppio intervento che ha il sapore del gol; su ribaltamento di fronte Cipriano viene lanciato a rete da Esposito, stavolta salta il portiere e deposita in rete il 2 a 0.
Scoppia il finimondo con i giocatori del Dragonea attorno all’arbitro perché a loro dire l’attaccante amalfitano era in fuorigioco, attimi tesi in cui volano forse parole grosse, e il direttore di gara comincia a sventolare cartellini rossi, nel parapiglia si contano almeno 5 6 espulsi, tra giocatori in campo e quelli in panchina. La partita finisce così, con l’Amalfi che può festeggiare il ritorno alla vittoria, anche se ha dovuto faticare più del previsto, rischiando anche di subire il pareggio. Una vittoria che da un ottima spinta in una settimana che si rivela importante, infatti nella prossima giornata ci sarà il derby, una partita che dirà molto sul campionato della compagine amalfitana, anche se ci sono ancora tante partite da affrontare. Adesso si spera di recuperare qualche infortunato e di poter lavorare con più tranquillità in vista delle prossime partite.