Napoli. Ancora furti nell´hinterland – Inchiesta di Lidia Ianuario, corrispondente della zona nord di Napoli

0

NAPOLI. Ancora furti, nel napoletano: stavolta, a pagarne le conseguenze, è un quarantenne, residente nel cosiddetto Rione Incis, a Ponticelli, quartiere dell’hinterland partenopeo, che, di ritorno dal lavoro, non ha ritrovato la sua auto, una vecchia Audi, probabilmente già presa di mira dai ladri e già smantellata in qualche autocarrozzeria illegale. L’uomo, meravigliato di quanto accaduto, si è subito recato dalle Forze dell’Ordine per sporgere denuncia. :«Quell’auto non ha alcun  valore economico – afferma – Mi dispiace solo per le spese sostenute recentemente sulla stessa. L’auto, pur essendo un modello ormai in disuso, era in un ottimo stato di manutenzione». Un caso, questo, che fa riflettere sul carente stato di sicurezza di una periferia, fortemente sviluppata, e ben collegata al centro di Napoli, come dimostra la SS 7 bis, la presenza della fermata Via Madonnelle della Circumvesuviana, linea Napoli – San Giorgio  a Cremano, la stessa del tragico episodio del 6 agosto 2010, la presenza di un Internet point e la forte concentrazione dei vari esercizi commerciali.

 

Lidia Ianuario

 

Lascia una risposta